Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

Attimi di panico alla periferia di Foggia. Con non poche difficoltà, i militari sono riusciti a bloccarlo mentre tentava di gettarsi nel vuoto, mentre una squadra dei vigili del fuoco, con la scala mobile, lo ha messo in salvo riportandolo a terra

Immagine di repertorio
Salvataggio al cardiopalma, ieri sera, in via Ascoli, a Foggia, dove un uomo sulla quarantina ha tentato il suicidio lanciandosi dal balcone della sua abitazione al secondo piano di una palazzina.

A lanciare l'allarme ai carabinieri è stato uno dei suoi figli, che in attesa dell'arrivo degli uomini del 112, con l'aiuto di un vicino di casa, ha cercato di sorreggere il padre che si era sporto al di là della ringhiera.

Quando i carabinieri sono giunti sul posto, lo hanno immediatamente afferrato dalle braccia in attesa dell'arrivo di una squadra dei vigili del fuoco. Dopo alcuni minuti gli operatori del 115 sono riusciti a raggiungere il luogo del tentato suicidio e a mettere in sicurezza la vittima portandolo a terra con l'ausilio di una scala mobile.

L'uomo - che aveva perso i sensi mentre era sospeso nel vuoto tra la vita e la morte - è stato trasportato in ospedale da un'ambulanza del 118.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Puglia in zona gialla 'rinforzata' fino al 15 gennaio: cosa è concesso fare (e cosa no)

  • La Puglia verso la zona arancione

  • Orrore nelle campagne di Cagnano, lupo trovato impiccato a un albero

Torna su
FoggiaToday è in caricamento