rotate-mobile
Cronaca Cerignola

Polizia recupera una Beretta 7.65 tra l'erba: è quella utilizzata per il tentato omicidio di Sciotti?

Margherita di Savoia. L’arma è stata indicata agli agenti del commissariato ofatino dalla moglie di Ruggiero Leone (attualmente detenuto) come quella usata per il ferimento di Giuseppe Sciotti, ma solo gli esami balistici potranno darne la certezza

Recuperata l'arma che, si presuppone, sia stata utilizzata per il tentato omicidio di Giuseppe Sciotti, avvenuto lo scorso 14 novembre, a Margherita di Savoia. A recuperarla, l'altro ieri, sono stati gli agenti del commissariato di Cerignola, in seguito alle indicazioni fornite loro dalla moglie di Ruggiero Leone che, per il fatto, era stato sottoposto a fermo ed attualmente detenuto.

L'arma - una pistola Beretta calibro 7.65 - è stata recueprato in agro di Margherita di Savoia, su una strada rurale che conduce a Trinitapoli. 

La stessa era protetta in un sacchetto di plastica e abilmente occultata nell’erba. Gli accertamenti esperiti non hanno consentito di risalire all’intestatario della stessa, poiché all’epoca in cui fu prodotta le armi non erano censite; l’arma è stata indicata dalla moglie di Leone come quella usata per il ferimento di Sciotti, ma solo gli esami balistici potranno darne la certezza.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia recupera una Beretta 7.65 tra l'erba: è quella utilizzata per il tentato omicidio di Sciotti?

FoggiaToday è in caricamento