rotate-mobile
Cronaca San Marco in Lamis

Tentato omicidio in una masseria, proprietario preso a bastonate in testa e lasciato esanime a terra: è in gravi condizioni. Arrestato 43enne

Accade a San Marco in Lamis, dove i carabinieri hanno sottoposto a fermo di indiziato di delitto un 43enne di San Giovanni Rotondo. La vittima è al momento ricoverata all'ospedale di 'Casa Sollievo' per “trauma cranico non commotivo ed emorragia cerebrale”

Violenta aggressione in masseria, uomo preso a bastonate e lasciato esanime a terra. Accade a San Marco in Lamis, in località ‘Calderoso’, dove i carabinieri hanno eseguito un decreto di fermo di indiziato di delitto a carico di un 43enne di San Giovanni Rotondo, con l’accusa di tentato omicidio.

Nel dettaglio, si è trattato di una violentissima aggressione avvenuta nel pomeriggio del 13 novembre, presso la masseria di un altro cittadino sangiovannese. Il proprietario è stato raggiunto dal suo aggressore che, a causa di futili motivi, dopo averlo strattonato e condotto fuori dall’abitazione rurale, lo ha percorsso ripetutamente con un grosso bastone, colpendolo il più delle volte in testa, tanto da stordirlo e lasciarlo esanime.

 Il malcapitato è riuscito comunque ad allertare i suoi familiari che, dopo averlo raggiunto, lo hanno accompagnato presso il pronto soccorso dell’ospedale ‘Casa Sollievo della Sofferenza’, dove i sanitari hanno riscontrato un “trauma cranico non commotivo ed emorragia cerebrale” e dichiarato in “prognosi riservata”. Considerate le gravi condizioni è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico per ridurre le fratture cerebrali e l’emorragia.

I carabinieri sono riusciti tempestivamente a ricostruire l’accaduto, acquisendo gravi indizi di colpevolezza a carico della persona fermata, ritenuta responsabile di tentato omicidio, atteso che la gran parte delle ferite ed i danni strutturali sono stati localizzati al cranio dell’aggredito. Il tutto è stato convogliato in un’informativa di reato trasmessa alla Procura di Foggia che, a stretto giro, ha emesso il decreto di fermo.

Nei prossimi giorni si terrà l’udienza di convalida del fermo da parte del Gip del Tribunale di Foggia, mentre il fermato è stato condotto presso la casa circondariale di Lucera.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tentato omicidio in una masseria, proprietario preso a bastonate in testa e lasciato esanime a terra: è in gravi condizioni. Arrestato 43enne

FoggiaToday è in caricamento