"Ora vi uccido tutti", tira fuori un coltello e pugnala il fratello durante una violenta lite. Il tentato omicidio a Cerignola

E' accaduto nella notte, al quartiere 'Addolorata', a Cerignola, dove gli agenti del commissariato ofantino hanno arrestato un 32enne di origini romene, per tentato omicidio nei confronti del fratello

Violento litigio in famiglia nella notte. Uomo afferra un coltellaccio da cucina e minaccia: "Ora vi uccido tutti". E, nel parapiglia generale, colpisce un fratello alla schiena, con una forza tale da spezzare la lama del coltello.

E' accaduto nella notte, a Cerignola, dove gli agenti del commissariato ofantino hanno arrestato un 32enne di origini romene, per tentato omicidio nei confronti del fratello. Il fatto è successo intorno alle 3 della scorsa notte, quando era stata segnalata una lite in famiglia al quartiere 'Addolorata'.

Giunti sul posto, gli agenti si sono imbattuti in un uomo che, con il volto e gli abiti insanguinati, cercava di allontanarsi, accompagnato da un fratello che cercava di calmarlo. Nei pressi dell’abitazione dove era avvenuto il litigio, invece, era giunta già l’ambulanza,  i cui operatori erano intenti a prestare soccorso ad una persona ferita con un coltello, altro fratello dell’uomo fermato poco prima.

Ascoltati i presenti, tutti confermavano la circostanza: ovvero, poco prima, c'era stata una accesa discussione tra i due fratelli, all’interno dell’abitazione dei genitori, e che, per calmare gli animi, erano intervenuti altri due fratelli ma senza riuscirci. A quel punto, il 32enne fermato, impugnando un grosso coltello da cucina, minacciava di volerli uccidere tutti e, mentre gli altri riuscivano ad allontanarsi, solo uno, dopo essere stato scaraventato a terra, è stato colpito ad una scapola con una forza tale da spezzare la lama del coltello che è rimasta, in parte, conficcata all’interno della ferita.

Uno dei fratelli, al fine di placarne la furia, ha avuto anche una colluttazione il 32enne, ma è stato colpito con un calcio per poi allontanarsi temendo anche per la propria incolumità. La vittima del tentato omicidio, invece, ha riportato ferite giudicate guaribili in 10 giorni, mentre il fratello intervenuto in suo soccorso guarirà in cinque giorni. L’arrestato, dopo le formalità di rito, è stato accompagnato presso la sua abitazione, a disposizione dell'autorità giudiziaria competente.

coltello-25-3

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia sul lavoro in provincia di Foggia: agricoltore travolto e ucciso da un muletto

  • Coronavirus: 30 morti e un contagiato su quattro in Puglia. I nuovi positivi sono 1100 su appena 4100 tamponi

  • Qualità della Vita, Foggia sprofonda all'ultimo posto: ItaliaOggi premia Pordenone

  • Attimi di terrore in un supermercato: irrompono malviventi, durante la rapina minacciano e tentano di colpire cassiera

  • Tragedia sulla A14: uomo si toglie la vita lanciandosi da un ponte

  • Addio al dott. Michele Urbano, la Capitanata piange la scomparsa di un professionista "serio e laborioso"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento