Domenica, 26 Settembre 2021
Cronaca San Giovanni Rotondo

Atti incendiari a San Giovanni Rotondo, tre casi sul tavolo del prefetto: "Più controlli e nuove telecamere"

Il sindaco Crisetti dopo la riunione del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica: "In questo modo sarà possibile assicurare alla nostra città un grado di sicurezza più elevato e scongiurare atti vili e pericolosi come questi"

Dopo i tre episodi incendiari che nella notte di lunedì hanno interessato la città di San Giovanni Rotondo, colpendo due automobili e un escavatore della ditta Foredil, il sindaco Michele Crisetti si era mobilitato immediatamente richiedendo con urgenza al Prefetto di Foggia una riunione del comitato provinciale dell’ordine e la sicurezza.

L’incontro si è svolto stamattina. “Dopo i recenti episodi incendiari, vi avevo annunciato di aver richiesto al prefetto di Foggia una riunione del comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza. L’incontro si è svolto stamattina, alla presenza del prefetto, del questore vicario, del comandante provinciale della guardia di finanza e del comandante provinciale dei carabinieri”, spiega.

“Questi gli esiti: è stato predisposto da subito un importante rafforzamento della presenza delle forze dell’ordine su tutto il territorio di San Giovanni Rotondo e si prevede anche un ampliamento nel numero di telecamere di videosorveglianza di ultima generazione, anche attraverso l’utilizzo di risorse del comune. In questo modo sarà possibile assicurare alla nostra città un grado di sicurezza più elevato e scongiurare atti vili e pericolosi come quelli che ci hanno interessato qualche giorno fa”.

Conclude il sindaco: “Ringrazio il prefetto e le forze dell’ordine per l’immediata risposta. Questo male che deturpa il nostro territorio va estirpato e faremo di tutto perché questo accada”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Atti incendiari a San Giovanni Rotondo, tre casi sul tavolo del prefetto: "Più controlli e nuove telecamere"

FoggiaToday è in caricamento