menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Nelle zone più a rischio di Foggia arriva la videosorveglianza

Cominciati i lavori per l’installazione e l’attivazione di 81 videocamere, 42 delle quali sostituiranno quelle obsolete, mentre 23 saranno installate nel quartiere ferrovia. Tre in zona Parco San Felice

Sono partiti oggi i lavori che prevedono l’installazione di nuovi impianti di videosorveglianza e di ripristino della funzionalità di quelli già esistenti, disposte nei mesi scorsi dal Servizio Informatico-Innovazione Tecnologica su disposizione dell’assessore Francesco Morese.

Già nell’ambito del Piano di Azione e Coesione del Programma Operativo Convergenza – Asse I Linea di Intervento 1.5 – Azione 1.5.2, e per mezzo di una misura di compensazione economica attuata dal Comune di Foggia, furono installate 42 videocamere, collocate prevalentemente in centro e nell’area del Santuario dell’Incoronata, intervento al quale venne affiancato il ripristino della funzionalità delle videocamere installate dalla precedente amministrazione comunale ma non attive.

Commenta il sindaco di Foggia, Franco Landella: “Una decisione assunta con l’obiettivo di migliorare ed accrescere la qualità del controllo del territorio, in un’ottica di piena sinergia con Prefettura e Forze dell’Ordine, che colgo l’occasione per ringraziare per il lavoro svolto quotidianamente, assieme alla Magistratura, al servizio della sicurezza della nostra comunità. Da questo punto di vista, è particolarmente importante l’allargamento del numero di aree della città interessate dal sistema di videosorveglianza, a conferma di un’attenzione dell’Amministrazione comunale che non è mai scemata ma che, al contrario, continua ad essere molto alta”.

TELECAMERE ANTI-TERRORISMO IN PIAZZA MERCATO

Spiega l’assessore Francesco Morese: “I nuovi impianti di cui si sta disponendo l’attivazione saranno in tutto 81 e la loro collocazione è il frutto di un’attenta analisi delle zone maggiormente a rischio, condotta assieme alla Prefettura ed ai vertici delle Forze dell’Ordine. Delle nuove videocamere, infatti, 23 saranno collocate nel cosiddetto ‘Quartiere Ferrovia’, che ha dunque visto incrementare il numero inizialmente previsto, stimato in 17 impianti, al fine di assicurare continuità della copertura visiva su alcune strade. Nei principali incroci cittadini, poi, si andrà a sostituire gli impianti obsoleti e non più funzionanti presso i quali saranno installate 42 videocamere, mentre 3 videocamere saranno installate a Parco San Felice e 3 in piazzale Vittorio Veneto. Queste ultime completano la copertura dell’intera area, sommandosi alle 15 videocamere previste nel progetto del terminal intermodale prossimo all’entrata in esercizio e già installate. Impianti che quindi andranno ad aggiungersi a quelli già installati da questa Amministrazione comunale in corso Cairoli, corso V. Emanuele, viale XXIV Maggio, corso Giannone e Borgo e Parco Incoronata”.

L’assessore foggiano conclude: “Siamo quindi in presenza di un intervento assolutamente significativo, per la collocazione logistica degli impianti e per la loro quantità Un grazie va al dirigente Paolo Affatato ed al personale del Servizio Informatico, che hanno operato con impegno e professionalità tanto per aumentare il contributo che il Comune di Foggia può fornire nell’ambito del grande tema della sicurezza quanto per fare di Foggia una città più “smart”

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento