menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Lucio Dalla

Lucio Dalla

Inaugurato il teatro comunale “Lucio Dalla”, Ron incanta Manfredonia

Un commosso Ron ha ricordato il compagno di mille avventure musicali. A Manfredonia, così come alle Isole Tremiti, il cantautore rimase legato per tutta la sua vita

Sulle note di “4 marzo 1943” (dove nella copertina del brano del 1971 è raffigurata piazzale Diomede) alla presenza del sindaco Angelo Riccardi, delle autorità cittadine e del cantante Ron, si è svolta venerdì sera a Manfredonia la cerimonia di intitolazione del teatro comunale a Lucio Dalla.

Per la straordinaria ricerca culturale, teatrale e musicale e per il legame profondo con la città di Manfredonia, sancito nel 1997 con il conferimento della cittadinanza onoraria“. 

Un gesto che rafforza il legame, anche postumo, tra la città sipontina e il cantante bolognese, morto il 1 marzo di quest’anno. E’ qui che infatti Dalla visse buona parte della sua infanzia. E’ a Manfredonia, così come alle Isole Tremiti, che il cantautore rimase legato per tutta la sua vita. 

Così il sindaco Riccardi: ”L’intitolazione a Lucio del teatro Comunale è un gesto dovuto a un Artista del 900. Il rapporto personale con Lucio Dalla cominciò nel 1997, quando gli conferimmo la cittadinanza onoraria. Poi il 9 Febbraio di quest’anno partecipò alla serata evento dedicata a Matteo Salvatore “Lu Bene Mio” e avviammo una collaborazione che sarebbe confluita in un concerto ad Agosto”.

Un commosso Ron  ha ricordato il compagno di mille avventure musicali: ”Ho il ricordo di Manfredonia attraverso i racconti di Lucio, anche all’estero, a Milano, o ovunque si trovasse, all’improvviso iniziava a parlare manfredoniano senza che gli altri capissero cosa stava dicendo. Prima ancora che mi portasse qui a conoscere questa terra. Ricorderò sempre la sua vitalità e il suo saper rendere poetico qualsiasi cosa capitasse nella sua vita e attorno a lui”.

Poi la serata si è conclusa con il concerto di Ron, del cui pseudonimo fu artefice proprio Dalla,  e che in Piazza Giovanni XXIII ha deliziato la platea con i successi di una carriera straordinaria.

Lucio era profondamente innamorato di questa città e la raccontava sempre con grande senso d’amore – ha dichiarato Ron - Per lui Manfredonia era un posto magico. Quando era qui era sereno come non mai, si sentiva a casa. Anche io dopo aver scoperto e vissuto, seppur per pochi giorni, Manfredonia e Tremiti, grazie a Lucio, sono cresciuto come artista e soprattutto come uomo”.

 

 

 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Attualità

Il Governo reintroduce la zona gialla e riapre le attività all'aperto. Il premier Draghi: "Rischio ragionato su dati in miglioramento"

Attualità

Gestione dell'emergenza: la Puglia è ultima nella classifica di gradimento. Sui vaccini Emiliano "solleva Lopalco" e si affida a Lerario

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento