Teatro Giordano, Miranda: "Irregolarità e lungaggini amministrative ritardano l’apertura”

AQV: “La chiarezza è un atto dovuto alla collettività!”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

luigi miranda-2TEATRO GIORDANO, PRESIDENTE AQV - “Permangono ancora ombre sulla questione del Teatro Giordano, uno dei nostri più grandi e importanti contenitori culturali, che non sappiamo quando potrà essere restituito alla collettività! 

Così il consigliere Miranda, presidente dell’Associazione Qualità della Vita e componente della commissione cultura al Comune di Foggia. Ripetutamente è stata annunciata come imminente l’inaugurazione, ma per motivazioni non completamente chiare continua a rimanere chiuso. I lavori interminabili durano ormai da quasi sei anni, un lasso di tempo eccessivamente lungo se si pensa che il Giordano venne costruito in appena tre anni, un destino ingrato per il teatro più antico del sud Italia dopo il San Carlo di Napoli.

Gli ennesimi sopralluoghi svoltisi in questo mese di aprile hanno dato ancora una volta esito negativo, a causa dell'incompletezza delle certificazioni e delle indispensabili dichiarazioni di conformità, in particolare quella relativa all'impianto di spegnimento automatico incendi, che avrebbe dovuto rilasciare una società appaltante. La vicenda ora si complica e si allunga, poiché l’Amministrazione comunale con tutta certezza procederà con un provvedimento legale per via di un subappalto non autorizzato!

E la cultura ancora una volta diventa vittima di lungaggini amministrative e irregolarità commesse da chi avrebbe dovuto piuttosto vigilare affinché tutte le procedure si svolgessero in maniera corretta e veloce. La cultura è uno degli elementi cardine del sistema economico della nostra terra, forse l’unico elemento che può farci ancora sperare in una ripresa positiva, viste le enormi ricchezze artistico-culturali in nostro possesso.

Forse non ci si rende abbastanza conto del danno arrecato al nostro territorio, privato dell’imponente Teatro Giordano! – continua Miranda - L’Associazione Qualità della Vita non finirà mai di rimarcare, attraverso iniziative e interventi, questi concetti, e sulla questione Giordano vuole tenere ancora alta l’attenzione, e lo farà attraverso un incontro che si terrà venerdì 27 aprile, alle ore 18 presso presso la sala Rosa del Palazzetto dell'Arte, al quale parteciperanno l'assessore Giuseppe Cavaliere, Francesco Di Lernia, Direttore del Conservatorio Umberto Giordano, Anna Palumbo, componente della Commissione Cultura Aqv Foggia e Flavia Pagano, Componente della commissione Musica e Spettacoli Aqv Foggia, modera il giornalista Filippo Santigliano.

E’ questo un atto dovuto ai cittadini che, un pezzo alla volta, vengono privati quotidianamente ed ingiustamente di qualcosa, in questo caso di un bene architettonico e culturale di inestimabile valore!” 

 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento