Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Cerignola

Cerignola, tatuaggio sul collo del cadavere rinvenuto vicino l'Ofanto

I carabinieri hanno smentito che si possa trattare di uno tra Libergolis e Mafrolla. Non essendoci denunce di scomparse, il corpo in avanzato stato di decomposizione potrebbe appartenere a uno straniero

Una chiave, una camicia, un pantaloncino e un tatuaggio sul collo. Sono questi gli unici indizi del cadavere scoperto nel tardo pomeriggio di martedì nei pressi del fiume Ofanto in località Ponte Zezza a Cerignola.

I carabinieri hanno smentito che si possa trattare di uno tra Libergolis e Mafrolla. Non essendoci denunce di persone scomparse, il corpo in avanzato stato di decomposizione potrebbe appartenere a uno straniero.

Inoltre resta in piedi l’ipotesi del suicidio. Oltre alla chiara dinamica, sul corpo della vittima non ci sarebbero segni di violenza. La morte risalirebbe a poco più di una settimana fa.

Il processo di saponificazione ha reso vano, al momento, il tentativo da parte degli investigatori di poter rilevare le impronte digitali per poter risalire all'identità del morto. L'avanzato stato di decomposizione non ha consentito neppure al medico legale di poter stabilire, anche con una certa approssimazione, l'età della persona. Bisognerà effettuare l'esame autoptico e le radiografie per tentare di raccogliere qualche indizio che porti all'identificazione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerignola, tatuaggio sul collo del cadavere rinvenuto vicino l'Ofanto

FoggiaToday è in caricamento