“Viviamo nei container da 14 anni, nel degrado sanitario e abitativo. Presidente, ci aiuti!”

E’ questo uno degli striscioni che, a momenti, accoglierà il premier Giuseppe Conte, atteso in Prefettura, a Foggia con il Ministro Lezzi per la sottoscrizione del Contratto Istituzionale di Sviluppo per la Capitanata

Lo striscione ai piedi della Prefettura

“Viviamo nei container da 14 anni, nel degrado sanitario e abitativo. Presidente Conte ci aiuti!”. E’ questo uno degli striscioni che, a momenti, accoglierà il premier Giuseppe Conte, atteso in Prefettura, a Foggia.

Dietro le transenne, una rappresentanza delle famiglie che da anni vivono tra le lamiere dei container posizionati alla periferia di Foggia, pagando lo scotto della grave emergenza abitativa che attanaglia Foggia. Il Premier, lo ricordiamo, arriverà in città insieme al ministro per il Sud, Barbara Lezzi, e al presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, per la sottoscrizione del Contratto Istituzionale per lo Sviluppo della Capitanata che permetterà, con progetti finanziati per 280 milioni di euro, di risollevare le sorti (e l’economia) di questo angolo di Puglia.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento