Dal caso “1037 cani” alla “condizione di prigionia”: il canile di Foggia a Striscia

Edoardo Stoppa evidenzia le criticità del canile di Foggia, ma l'associazione del presidente Terry Marangelli replica: "Mi pare tanto un servizio pilotato, a quei cani non manca nessuna cura"

Un'immagine dal video di Striscia

“Il taglio che è stato dato è vergognoso, riprese strette sugli ambienti e sui cani, per non parlare dell'intervista al dott. Spirito. Fatturazioni da un milione di euro? Ma chi lo fatturerebbe questo milione di euro? La ASL ha dei problemi sull'anagrafe e noi ci andiamo di mezzo? Pretendo delle pubbliche spiegazioni sulla storia della cancellazione amministrativa. Mi pare tanto un servizio pilotato”. Non usa mezzi termini Terry Marangelli per descrivere il servizio di Striscia la Notizia andato in onda ieri sera su canale 5, dove sono state evidenziate le criticità del canile comunale di Foggia.

Dalle immagini appare evidente che le condizioni della struttura non siano delle peggiori tra quelle viste finora. Ciononostante l’inviato di Striscia ha rincarato la dose, definendo “farraginosa” la gestione del posto (analizzando le banche dati). Secondo “l’amico degli animali”, dei 1400 cani registrati l’anno scorso – dopo un controllo Asl, “1037 sono stati cancellati amministrativamente”. Praticamente “oltre mille cani risultavano lì, ma in realtà non c’erano”. Dato evidenziato anche dal membro della commissione regionale del Randagismo, Sergio Spirito: “Ci sono numerosità di cani in canili assolutamente sospette”. La struttura infatti ne contiene 384.

All’ingresso Stoppa definisce “disastrose” le condizioni del posto: “Struttura vecchissima, non più a norma, con box improvvisati e recinzioni non idonee”. “Ma veramente si può credere che due minuti di televisione possano cambiare la storia di vent’anni” la replica stizzita di Marangelli su Facebook.

IL VIDEO DI STRISCIA LA NOTIZIA

Sempre per Stoppa i cani avrebbero bisogno di cure urgenti “che questo canile non è in grado di offrire” sostiene, aggiungendo “che gli animali sono troppi con problemi di ogni genere”: “Noi comunque lì dentro ci facciamo un sedere tanto e le condizioni della struttura le abbiamo sempre denunciate. Ma a quei cani non manca nessuna cura. Sinceramente non saprei cosa fare su un cane come quello che hanno inquadrato con la lesione del radiale. Fortunatamente si è potuta evitare l'amputazione” la replica dell’associazione

Interpellata sulla questione dei mille cani, il presidente dell’associazione volontari 'Protezione Animali Foggia' ha precisato che “si tratta di un problema di anagrafe non nostro”. “Faccio un appello al Comune affinché trovi una soluzione alternativa perché non è giusto che 400 cani vivono in questa assurda condizione di prigionia” ha detto il giornalista del programma di Antonio Ricci. “E dire che quando Stoppa è uscito ci ha dato pure il bacetto, dicendo che la struttura era vecchia ma i cani stavano bene. E che ammà fa. Digeriremo anche questa. Sicuramente il dott. Spirito con le sue illazioni è da querela” chiosa Marangelli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Smantellata organizzazione mafiosa: 48 arresti nel blitz 'Gran Carro', misure cautelari anche in provincia di Foggia

  • La 'Società Foggiana' messa spalle al muro: 16 arresti. Duro colpo al narcotraffico della rete criminale del 'Primitivo'

  • Coronavirus, altri 13 morti in Puglia: i nuovi contagi sono 772

  • Attimi di terrore sulla A16: conflitto a fuoco tra polizia e ladri all'altezza di Candela

  • Coronavirus, l'infezione circola in 53 comuni foggiani: salgono a otto le 'zone rosse'. Covid-free nove comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento