Foggia, ‘Stop the Apocalypse’: il corto che vuole scuotere una città alla deriva

E' di Gianluigi Carella, studente 17enne del Lanza: "L'obiettivo è scuotere gli animi e le coscienze, far capire che il degrado, questo buio che incombe, si combatte con la luce che è in ognuno di noi"

Immagine da video

Il messaggio è uno solo. Forte e chiaro. Fermare il degrado, o meglio - riprendendo il titolo stesso del corto – fermare l’apocalisse. Il video, che porta la firma del giovanissimo Gianluigi Carella, rappresenta una istantanea, disincantata e disillusa, della città di Foggia, una carrellata di immagini lunga sei minuti. Le scene sono state immortalate in giro per le strade del capoluogo dauno con un cavalletto e una reflex digitale: tanto basta, secondo il giovane regista e movie maker, per raccontare una città in degrado, a tinte forti, prossima all’autodistruzione.

Tre giorni e tre notti di riprese e montaggio, per confezionare il corto “Stop the Apocalypse” proiettato la scorsa settimana durante la manifestazione “Foggia cambia pagina. La città che vogliamo”, organizzata dall’associazione politico-culturale fondata da Paolo Mongiello. Dalle periferie degradate al “salotto buono” di Foggia: ecco come la città viene vista dal giovane regista, 17enne foggiano con la passione per il teatro, la fotografia e i nuovi linguaggi, che ogni giorno siede tra i banchi del liceo classico “Vincenzo Lanza” di Foggia.

Il prodotto finito, elaborato in fase di post-produzione, racconta di una distruzione che viene dall’alto cui assistono impotenti i “simboli” della città, da quei cieli grigi e minacciosi che rendono particolarmente drammatiche le espressioni e i volti della gente comune, resi scultorei e plastici come quelli delle statue di piazza Giordano. “L’obiettivo di questo progetto è semplicemente emozionare, scuotere gli animi e le coscienze, far capire che il degrado, questo buio che incombe, si combatte con la luce che è in ognuno di noi”, spiega Gianluigi che, in questi giorni, ha incassato le attestazioni di stima da parte molti coetanei e addetti ai lavori.

STOP THE APOCALYPSE: IL VIDEO

E a salvare la città – seguendo lo story board del corto - saranno proprio le generazioni più giovani. “Scuotere le coscienze significa che ognuno, partendo da se stesso, può trovare la forza per cambiare lo stato delle cose. L'unico interprete più o meno riconoscibile - il ragazzo nella parte finale del corto - sono io”, spiega il 17enne che, terminato il liceo, si iscriverà alla facoltà di Giurisprudenza.

“I movimenti, lenti, cadenzati, a passo con la musica, sono tutti studiati, così come gli effetti di sky replacement: in ogni scena, infatti, il cielo è rimpiazzato e modificato per conferire al girato maggiore tensione drammatica”. Nell’impostazione generale del corto, Gianluigi si è ispirato – fatte le dovute proporzioni – alla pellicola “Melancholia” di Lars Von Trier, salvo poi aprirsi alla luce e al colore nella parentesi di speranza e cambiamento così sollecitata e invocata.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento