rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca

Marito e moglie di Foggia fermati in stazione dalla Polfer: nel portafogli di lui c'erano due 'chèque' ambigui

Sequestrati due assegni bancari, uno dell’importo di 1.300 euro, l’altro in bianco, di cui il giovane non è stato in grado di giustificare la provenienza. Pertanto, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per ricettazione

Ricettazione di assegni. Accade alla Stazione di Foggia, dove gli agenti della Polizia Ferroviaria hanno denunciato un 25enne foggiano sorpreso con due 'chèque' ambigui.

Nel corso degli intensificati controlli disposti nei giorni scorsi dal Compartimento della Polizia Ferroviaria della Puglia, Basilicata e Molise, gli operatori della Polfer di Foggia hanno notato una coppia, marito e moglie, in prossimità del primo marciapiede, che sostava senza motivo in ambito ferroviario.

La pattuglia, insospettita, ha provveduto immediatamente a procedere alla loro identificazione. Dagli accertamenti espletati è emerso che sia l’uomo, un venticinquenne di Foggia, che la donna, avevano numerosi precedenti di Polizia, per questo gli operatori hanno deciso di procedere ad un controllo più approfondito, che ha permesso di rinvenire nel portafogli del giovane due assegni bancari, uno dell’importo di 1.300 euro, l’altro in bianco, di cui non è stato in grado di giustificare la provenienza.

Al termine degli accertamenti, il foggiano è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria per il reato di ricettazione, mentre gli assegni sono stati sequestrati. La consistente attività d’identificazione e la strumentazione in dotazione alle pattuglie della Polfer, in particolare smartphone con lettura ottica dei documenti, consente quotidianamente agli Operatori di monitorare ed incidere su molteplici situazioni di reato.   

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Marito e moglie di Foggia fermati in stazione dalla Polfer: nel portafogli di lui c'erano due 'chèque' ambigui

FoggiaToday è in caricamento