Gli "Avvocati di Strada" vincono il contest "Una storia con il Sud"

La storia di "Sunday", che vive le sue giornate a contatto con l'oro rosso di Capitanata, è stata premiata dalla giuria di Qualità del concorso, composta da Carlo Verdone, Isabella Aguilar, Antonio Polito, Luca Mattiucci e Carlo Borromeo

l'Avvocato Massimiliano Arena, responsabile dello sportello Avvocati di Strada

Tre minuti per raccontare i luoghi meno turistici della Puglia, troppo pochi per conoscere le tante vite sfruttate dal caporalato a due passi da Foggia ma abbastanza per vincere il concorso "Una Storia per il Sud". Lo sportello Avvocati Strada di Foggia e' stato premiato dalla Giuria di Qualità del concorso, composta da Carlo Verdone, (attore e regista), Isabella Aguilar (sceneggiatrice), Antonio Polito (direttore Corriere del Mezzogiorno), Luca Mattiucci (Corriere della Sera) e Carlo Borgomeo (presidente Fondazione CON IL SUD). Un contest che ha fatto incontrare chi “conosce bene” le storie (associazioni e organizzazioni non profit), con chi le può “raccontare bene” (videomaker), attraverso video di 3 minuti.

Dietro al racconto di Sunday, che vive le sue giornate a contatto con l'oro rosso di Capitanata, ci sono gli “Avvocati di strada”, volontari che hanno deciso di non restare dietro la scrivania, ma di fare un passo verso chi vive all’ombra dei diritti, organizzando sportelli legali itineranti in periferie, campagne e ghetti alle porte delle città. Per loro, la Puglia è più bella se è più giusta.

"Sono molto contento di questo risultato - commenta l'Avvocato Massimiliano Arena, responsabile dello sportello Avvocati di Strada del capoluogo Dauno - e ringrazio tutti i volontari, in particolare l’amico e collega Claudio de Martino. Avremo un contributo di 1.500 euro che ci aiuterà ad implementare ancora di più le nostre attività. E’ una notizia bellissima non solo per il premio ricevuto, ma anche perché possiamo portare a conoscenza della gente comune lo splendido lavoro di questi colleghi, avvocati e psicologi di strada, che in semplicità e con passione pura restituiscono dignità a chi l’ha persa e non sperava di riaverla. Ho l’onore di coordinare questo splendido gruppo, giovani che ti aiutano a crescere e a migliorati umanamente e professionalmente.  A breve - conclude Massimiliano Arena - il nostro sportello avrà anche un volontario o una volontaria del servizio civile".

LA STORIA - L’immagine accogliente e all’avanguardia che la Puglia ha conquistato grazie a cittadini, associazioni e istituzioni locali, è ancora macchiata da un crimine silenzioso che si consuma tutti i giorni nei luoghi meno turistici della regione. Questo crimine si chiama caporalato: un’attività illegale di intermediazione del lavoro che recluta e sfrutta i lavoratori con l’uso di violenza, minacce e intimidazioni, approfittando del loro stato di bisogno (art. 603 bis, C.P.).
Uno dei regni del caporalato è il Ghetto di Rignano, moderna bidonville fatta di costruzioni in lamiera, legno e cartone a pochi km da Foggia, dove un migliaio di stranieri, per una paga da fame, si spezza ogni giorno la schiena nella raccolta dei pomodori.
Sunday è uno di loro e un giorno, all’ennesimo ritorno a “casa” senza paga, decide di alzare la voce, pur sapendo di avere di fronte un nemico enorme che talvolta si chiama mafia. Trova subito ascolto dai giovani legali dello sportello di Avvocato di strada Foggia, da sempre attenti al fenomeno che circonda il territorio.
l ragazzo ricorda esattamente la targa del trattore sul quale aveva lavorato che, straordinariamente, a differenza degli altri veicoli utilizzati dai caporali non risulterà intestato a un prestanome: grazie a questo particolare e al lavoro appassionato dei legali, non solo Sunday è riuscito a ottenere i suoi soldi, ma molti altri fra i lavoratori sfruttati nel ghetto hanno deciso di seguire il suo esempio e di denunciare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

All’iniziativa, promossa dalla Fondazione CON IL SUD con l'intento di promuovere, diffondere e far conoscere le buone pratiche avviate al Sud, hanno partecipato 113 filmati, realizzati da videomaker e filmaker, e 200 storie di partecipazione, impegno civile e riscatto sociale proposte da associazioni e organizzazioni non profit meridionali come “soggetti” per i video.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Blitz antimafia a Foggia. Smantellato traffico di droga: 16 arresti, tra cui uomini della 'Società'

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • E' morto Dario Montagano: l'imprenditore sanseverese trovato senza vita in giardino

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento