rotate-mobile
Cronaca

Sparatoria dopo un litigio per il passeggio. "Non ricordo l'accaduto". L'uomo che ha ferito due fratelli resta in carcere

Resta in carcere Benito Insalata, il 78enne che il 14 maggio scorso ha aperto il fuoco in via Occidentale a Foggia ferendo i fratelli Vito e Antonio Calabrese dopo un litigio per futili motivi

Come riporta l'Agenzia Dire, Benito Insalata, l'uomo che lo scorso 14 maggio in via Occidentale ha ferito a colpi di pistola i fratelli Antonio e Vito Calabrese, al gip del tribunale di Foggia, Domenico Zeno, ha detto di non ricordare cosa è accaduto.

Il 78enne arrestato per l'agguato è rimasto in carcere mentre il suo legale aveva chiesto gli arresti domiciliari - perchè nonostante l'età, ci sono "esigenze cautelari di eccezionale rilevanza" così come prevede il codice di procedura penale. 

Giovedì scorso il 78enne aveva esploso cinque colpi di una calibro 7,65 contro i due fratelli àferendo Vito a una gamba e Antonio al volto e al femore. Tra i tre c'erano giù state alcune discussioni in passato, come accertato dalle indagini degli agenti di polizia, e nei giorni precedenti al ferimento avevano litigato per questioni legate al passeggio nella zona dove le due vittime erano solite trattenersi.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sparatoria dopo un litigio per il passeggio. "Non ricordo l'accaduto". L'uomo che ha ferito due fratelli resta in carcere

FoggiaToday è in caricamento