Cronaca Manfredonia

Sfonda la porta di un'abitazione e spara: vittima dell'agguato è un fotografo

Un uomo incappucciato e armato ha sfondato con un calcio la porta dell'abitazione rurale; poi ha sparato 'alla cieca' attraverso la porta del bagno. La vittima, Matteo Trotta, non è in pericolo di vita

Ferito da una fucilata esplosa attraverso la porta del bagno. Così un 40enne di Manfredonia, Matteo Trotta, è stato ferito ad un polpaccio nella tarda serata di ieri, a Ruggiano, frazione di montagna di Manfredonia. Secondo quanto ricostruito, un uomo incappucciato e armato di fucile calibro 12 ha sfondato con un calcio la porta dell’abitazione rurale e si è diretto verso la vittima, che per mettersi al riparo si è rifugiato nel bagno dove è stato raggiunto da una fucilata esplosa 'alla cieca' attraverso la porta. Sposato e con figli, al momento dell'agguato era solo in casa.

Secondo indiscrezioni, l'uomo, con piccoli precedenti, all’inizio dell’anno era stato trovato in possesso di 5000 euro, tutte banconote macchiate di inchiostri di vari colori: secondo gli inquirenti si trattava di banconote frutto di assalti a bancomat, danneggiate dagli appositi dispositivo macchia-soldi. Di professione fotografo, qualcuno poteva avergli affidato il compito di smacchiare il denaro. La vittima è rimasta ferita ad un polpaccio ed è stata trasportata all’ospedale Casa Sollievo della Sofferenza di San Giovanni Rotondo. Non è in pericolo di vita. Sul fatto sono in corso le indagini degli agenti del commissariato di Manfredonia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sfonda la porta di un'abitazione e spara: vittima dell'agguato è un fotografo

FoggiaToday è in caricamento