Martedì, 28 Settembre 2021
Cronaca San Severo

A Torre Antonacci il prefetto manda la vigilanza armata

Le iniziative accordate in ambito del Coordinamento provinciale, volte a migliorare la sicurezza nell'area di Torretta Antonacci, a seguito degli episodi delittuosi - agguati armati e tentativi di furti - che, nei giorni scorsi, hanno coinvolto la comunità straniera

Migranti nel mirino nel Foggiano, scattano le misure di sicurezza disposte dal prefetto Raffaele Grassi. Nella serata di ieri, infatti, si è tenuta una Riunione tecnica di Coordinamento provinciale delle forze di polizia, allargata alla partecipazione  dei rappresentanti di Regione, Provincia e del sindaco di San Severo.

All'esito della riunione, è stata concordata l'adozione  da parte dei vari enti territoriali, ciascuno per i profili di rispettiva competenza, di iniziative volte a migliorare la sicurezza nell'area di Torretta Antonacci, a fronte degli episodi delittuosi che, nei giorni scorsi, hanno coinvolto la comunità straniera che vi risiede.

In particolare, è stata assicurata l'attivazione  di un servizio di vigilanza armata nei pressi della foresteria regionale di Torretta Antonacci nonché la realizzazione  di interventi infrastrutturali volti a migliorare l'accessibilità e la sicurezza della rete stradale a cura della Provincia, che si è, peraltro, impegnata a valutare la possibilità di assicurare l'illuminazione del tratto stradale  in questione.

Inoltre, grazie ad interventi messi in campo da Regione Puglia  ed  Enel,  nell'area di accoglienza regionale la fornitura di energia elettrica sarà a breve garantita non più da gruppi elettrogeni ma dalla ordinaria rete di distribuzione. Nel corso della riunione  è stata, altresì, confermata  l'intensificazione  dei  servizi  di  controllo del territorio in località Torretta Antonacci, disposta nei giorni  scorsi  dal  Prefetto,  d'intesa  con  i vertici provincial i delle forze di polizia

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A Torre Antonacci il prefetto manda la vigilanza armata

FoggiaToday è in caricamento