Peschici, bimba rischia di soffocare in pizzeria: carabinieri le salvano la vita

E' accaduto ieri sera in un locale di Peschici. Solo il provvidenziale intervento dei militari ha evitato che un piccolo incidente potesse trasformarsi in tragedia

Immagine di repertorio

Una serata in pizzeria che poteva trasformarsi in tragedia, un epilogo drammatico evitato solo grazie alla presenza – casuale, non programmata - di due carabinieri. Persone giuste al posto giusto, è davvero il caso di dirlo. Ma andiamo con ordine. La notizia, in quel di Peschici, ha fatto in breve il giro del paese e dalla piazza reale a quella virtuale il passo è stato breve. Su Facebook fioccano i “mi piace” ed i commenti alla notizia della bimba salvata da soffocamento dal provvidenziale intervento di due carabinieri.

E’ quanto accaduto alle 21,40 di ieri, in una pizzeria della cittadina garganica, dove una famigliola stava consumando la cena seduta ai tavoli posti nell’area all’aperto. Madre, padre e una bambina di nome Giada sono tranquilli al loro posto, fino a quando qualcosa non va per il verso giusto. La bambina perde il respiro, qualcosa le è rimasto incastrato in gola. Quelli che seguono sono attimi di panico nel locale. In quel momento, però, arrivano sul posto due carabinieri. Presenza casuale, ma provvidenziale per la piccola Giada.

Mentre il panico prende il sopravvento e si teme la tragedia, l’istinto ha la meglio: uno dei due militari, però, riesce a mantenere la calma, afferra la bambina e prende in mano la situazione. Il militare posiziona le sue mani allo sterno della stessa avviando una serie di compressioni finalizzate ad espellere ciò che le impediva di respirare.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così, dopo vari tentativi - cui collabora anche uno dei titolari della pizzeria - Giada espelle ciò che le aveva spezzato il respiro: un anello di calamaro, probabilmente non masticato bene. Sul posto, sono arrivati anche i sanitari del 118, nel frattempo allertati, per le cure e gli accertamenti del caso. La bambina ora sta bene.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento