Surfisti in difficoltà, canoe a largo e gommoni in avaria: l'altra faccia del Ferragosto

Ferragosto intenso per la Guardia Costiera di Vieste, impegnata in un continuo pattugliamento delle acque del Circondario Marittimo e numerosi interventi di soccorso in mare

Immagine di repertorio

Ferragosto intenso per i militari della Guardia Costiera di Vieste, impegnati nelle giornate del 14 e del 15 in un continuo pattugliamento delle acque del Circondario Marittimo di competenza (che va da Vieste a Chieuti) sempre al fine di garantire la massima sicurezza delle attività balneari e della navigazione.

Numerose le attività di soccorso in mare, che nella sola giornata di domenica 14, tra le 12:00 e le 15:00, sono state quattro, tutte risolte con un lieto fine. Alle 12:00, è stato recuperato un kite-surfista in difficoltà in località “Molinella”, mentre cinque minuti dopo è stata prestata assistenza ad un’imbarcazione con fumo a bordo a largo di Rodi Garganico.

Ancora, alle 12:25, sono stati recuperati due bagnanti a bordo di una canoa che non riuscivano a ritornare a riva presso la località “Baia San Felice” e alle 15:00, è stato soccorso un gommone in avaria in prossimità della “Baia dei Campi”. Nella mattina del 15, invece, la sala operativa del Circomare ha acquisito una richiesta di aiuto da parte di un’imbarcazione da diporto con a bordo quattro adulti e due bambini a 24 miglia nautiche dal porto di Vieste (a Sud dell’isola di “Pelagosa”).

Dopo aver intercettato l’unità in difficoltà ed essersi assicurati che tutte le persone a bordo erano in buona salute, il battello è stato rimorchiato verso il porto di Vieste dalla dipendente motovedetta CP880. Nonostante la notevole presenza di unità da diporto lungo la costa, nelle medesime giornate i tre mezzi nautici schierati in mare dalla Guardia Costiera di Vieste non hanno contestato alcuna sanzione amministrativa.

Un dato che è sintomo di un utenza sempre più informata e consapevole sia delle generali norme regolanti la nautica da diporto che delle specifiche disposizioni contenute nell’Ordinanza di sicurezza balneare. Oltre alla primaria attività votata al soccorso in mare, l’Ufficio Circondariale Marittimo di Vieste non ha fatto mancare il proprio supporto alle varie forze di polizia locali, le quali, mediante continui pattugliamenti congiunti lungo le spiagge, hanno posto un freno al dilagante fenomeno del “campeggio selvaggio”, sciaguratamente tipico del periodo di Ferragosto.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, quattro 'zone rosse' e 5 amaranto in Capitanata. Focolai rsa e covid-positivi in più della metà dei comuni

  • Coronavirus: sfondata quota 350 contagiati in un giorno in Puglia. I nuovi positivi in Capitanata sono 89

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento