Cronaca

Santa Chiara, Episcopo: “Problemi Sezione Primavera sono di natura amministrativa”

Non ci sono problemi relativi alla sicurezza dei locali

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di FoggiaToday

COMUNE DI FOGGIA - “Va subito chiarito che definire il plesso di via Petrucci “non a norma”, senza ulteriori specificazioni, rischia di farci addentrare inopinatamente in discorsi sulla presunta mancanza di sicurezza di quei locali, ma evidentemente è una informazione priva di fondamento, in quanto la questione della Sezione Primavera riguarda esclusivamente la documentazione e non la sicurezza dei locali”. Lo afferma l’assessore alla Formazione e Pubblica Istruzione del Comune di Foggia, Maria Aida Episcopo, in risposta ad alcune notizie diffuse a mezzo stampa sulla presunta soppressione della Sezione Primavera della scuola dell’infanzia “Santa Chiara”.

“Ho avuto modo di acquisire chiarimenti dalla dirigente scolastica e dall’Ufficio Scolastico Regionale per la Puglia – spiega l’assessore - con l’intento di  risolvere la questione della Sezione Primavera di via Petrucci. Per la stessa ragione è stata ricevuta una delegazione di genitori e di insegnanti e agli stessi, tramite la dirigente Goduto, sono state date alcune prime e precise risposte. Chiariamo che definire il plesso di via Petrucci “non a norma”, senza ulteriori specificazioni, rischia di farci addentrare inopinatamente in discorsi sulla presunta mancanza di sicurezza di quei locali. L’Amministrazione Comunale in tal caso avrebbe doverosamente apposto i sigilli di chiusura, come per il recente caso della Scuola Media De Sanctis. Invece la questione è strettamente di natura amministrativa, ossia relativa ad atti certificativi incompleti o solo provvisori, come di sovente accade per altre scuole italiane o per le abitazioni di molti cittadini.

Va precisato che l’adesione al bando annuale per le Sezioni Primavera prevede candidature facoltative delle scuole che sono chiamate anche a corredare le pratiche con un certo rigore operativo. Per cinque anni consecutivi la Commissione regionale ha validato la candidatura della Santa Chiara e solo adesso ha richiesto più precise formalità che, in urgenza e per non perdere il finanziamento, è possibile garantire studiando altre soluzioni più veloci. Si tratterebbe, infatti, solo di un eventuale trasferimento della Sezione Primavera ad altro locale del Circolo Didattico, non certo di chiusura della Scuola dell’Infanzia. In Puglia, d'altronde, ci sono altre scuole soccombenti per analoghi motivi, oltre la Santa Chiara, che negli anni scolastici precedenti avevano regolarmente beneficiato dei finanziamenti ad hoc per attivare la loro sperimentazione.  L’Amministrazione – conclude Maria Aida Episcopo - è fortemente interessata alla questione ed è alla ricerca di soluzioni immediatamente praticabili nell’interesse dei venti iscritti e delle loro famiglie nonché del personale in servizio che, in assenza di finanziamento, potrebbe subire delle immeritate conseguenze”.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Santa Chiara, Episcopo: “Problemi Sezione Primavera sono di natura amministrativa”

FoggiaToday è in caricamento