rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca

Nel Foggiano reati in calo del 10%, in Capitanata il 66% di stranieri in meno nelle strutture d'accoglienza

I dati del ministero dell'Interno rispetto al primo trimestre del 2018

Rispetto al primo trimestre di tre anni fa, in Puglia i reati sono scesi del 12%. Lo riferisce il ministero dell'Interno. In calo del 10% in provincia di Foggia. I dati sono stati diffusi dal Viminale in vista del comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica, presieduto da Matteo Salvini e che si terrà nel pomeriggio di oggi in prefettura a Napoli. 

Secondo il report ministeriale, è diminuito anche il numero degli stranieri ospiti delle strutture di accoglienza. In tutta la regione erano 10.530 al 13 maggio 2018, diventati 5.919 al 13 maggio 2019, con un -66,73% a Foggia.

Lo ha rimarcato anche Matteo Salvini questa mattina a San Severo e a Foggia: "Porto in Puglia il dimezzamento delle presenze di immigrati a spese dei pugliesi, un calo dei reati del 12%, più forze dell'ordine con l'assunzione di vigili del fuoco, di poliziotti e di carabinieri". “Vogliamo fare sempre di più e meglio - ha spiegato il ministro dell’Interno - i numeri sono rassicuranti ma non ci accontentiamo. Abbiamo segnalato agli amministratori locali nuovi strumenti, in collaborazione con le prefetture, per aggredire le grandi piazze di spaccio, isolare balordi e sbandati, per effettuare sgomberi. Auspico che i sindaci sappiano utilizzarli al meglio, mentre il piano che rinforzerà tutte le questure d’Italia sarà decisivo per ridurre ulteriormente la criminalità”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Foggiano reati in calo del 10%, in Capitanata il 66% di stranieri in meno nelle strutture d'accoglienza

FoggiaToday è in caricamento