Attimi di tensione sulla 'Pista': non vogliono lasciare la zona e lanciano pietre contro le forze dell'ordine

Alcuni occupanti non volevano abbandonare la zona. Le operazioni di demolizione sono state comunque completate e la situazione è tornata tranquilla.

Una foto di repertorio

Da fonti del Viminale giunge la notizia di una protesta con lancio di pietre avvenuta a Borgo Mezzanone al termine delle operazioni di abbattimento di alcune baracche abusive.

Alcuni migranti non volevano abbandonare la zona, da qui la protesta. Le forze dell'ordine presenti sul posto, questa mattina erano circa 150, hanno risposto con i lacrimogeni.

Le operazioni di demolizione sono state comunque completate e la situazione è tornata tranquilla.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento