Cronaca Manfredonia

Sgomberate aree di particolare rilevanza ambientale occupate abusivamente

Sgomberati 40 ettari su cui il progetto Life prevede il ripristino dell'habitat Lagune Costiere, in Capitanata e in zona Parco del Gargano

Ieri mattina con l'ausilio delle forze dell'ordine si è proceduto alla sgombero di 40 ettari siti nel SIC/ZPS Zone umide di Capitanata e nel Parco nazionale del Gargano – cosiddetta ‘Riservetta’ - da diversi anni occupati abusivamente, e su cui il progetto Life prevede il ripristino dell'habitat Lagune Costiere."

L’assessore alla Pianificazione Territoriale, Anna Maria Curcuruto ha comunicato il positivo esito dell'azione coordinata della Regione e del Consorzio di Bonifica della Capitanata con il supporto degli altri partner di progetto, che ha consentito di ristabilire la legalità sul territorio e nel contempo il recupero di un'area di particolare rilevanza ambientale: “Grande impulso è stato dato ieri al progetto Life - Interventi di conservazione degli habitat delle zone umide costiere nel SIC Zone umide della Capitanata - finanziato con fondi comunitari, di cui la Regione è soggetto beneficiario coordinatore”.

L'occupazione abusiva dell'area interessata, infatti, rischiava di compromettere la principale azione di progetto, consistente nel ripristino su tale area dell'habitat Lagune Costiere, con la conseguente chiusura anticipata del progetto da parte della Commissione europea e la revoca del relativo finanziamento.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgomberate aree di particolare rilevanza ambientale occupate abusivamente

FoggiaToday è in caricamento