Cronaca

Sgombero ai bassi di Santa Chiara, un abitante apre la bombola del gas e minaccia di far esplodere il locale

Momenti di tensione questa mattina durante le operazioni per liberare i locali di proprietà del Comune di Foggia. Agenti e carabinieri hanno fatto irruzione e bloccato l’uomo

Ha minacciato di far saltare in aria i locali con una bombola del gas uno degli abitanti dei bassi di Santa Chiara dove, questa mattina, sono partite le operazioni di sgombero coatto. 

L’uomo ha piazzato la bombola sulla soglia dell’abitazione e ha aperto il gas. Gli agenti della polizia locale, i carabinieri e la polizia hanno fatto irruzione e sono riusciti a bloccarlo. L’inquilino è stato portato via e l’immobile è stato liberato dagli arredi. 

Come previsto, vigili e forze dell’ordine si sono presentati alle 8 circa in via Catalano, via Ricciardi e Vico Solitario. Le sette famiglie che occupano i locali di proprietà del Comune destinati a ospitare un progetto di riqualificazione della Fondazione Apulia Felix, tramite l’avvocato Vincenzo Paglia, avevano chiesto una proroga nelle more di individuare una soluzione.

Ci sono bambini e una donna disabile. Le famiglie potrebbero essere trasferite negli alloggi di via Cerignola, opzione prospettata già mesi fa e che gli abitanti avevano inizialmente rifiutato perché fuorimano. Potrebbero firmare oggi stesso il contratto, “salvo sorprese - afferma l’avvocato Paglia, sul posto con i suoi assistiti - perché la situazione è in continuo divenire”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgombero ai bassi di Santa Chiara, un abitante apre la bombola del gas e minaccia di far esplodere il locale

FoggiaToday è in caricamento