Rimosso il bar abusivo di Parco San Felice, denunciato gestore 'fai da te'

Aveva l'autorizzazione ma in un'altra area. "Abbiamo sanato un abuso e ripristinato la legalità nel più breve tempo possibile" commenta Mongelli. Il fai da te andava avanti da ben due mesi

Il bar abusivo

Dopo la denuncia della Guardie Ambientali di Foggia qualcosa si muove. E’ di queste ore, infatti, la notizia dello sgombero del bar sorto abusivamente a Parco San Felice, nella cosiddetta “Sala della Musica”.

Da questa mattina 6 agenti della Polizia Municipale, coordinati dal tenente Franco Sant’Angelo, sono impegnati nelle operazioni di rimozione di bancone, tavolini, sedie, frigoriferi, tutto quanto si conviene ad un’attività commerciale che si rispetti, adeguatamente e pazientemente sistemati negli ultimi tempi da un venditore ambulante che, approfittando dello stato di abbandono e degrado in cui versa la struttura da tanto, troppo tempo, ha pensato “bene” di appropriarsene per destinarla ad una qualche pubblica utilità.

Secondo alcuni bene informati residenti nella zona, che da un giorno all’altro hanno notato un certo “movimento” all’interno del parco, l’uomo (o forse più) avrebbe lavorato per due mesi, naturalmente a sue spese, all’interno della struttura munito cazzuola, calce, materiali edili di varia natura.

Ne sarebbe sorto un piccolo bar, messo su alla meno peggio ma tanto quanto basta per attirare i primi clienti e portar in cassa i primi soldi.

Una vicenda emblematica, sintomatica di uno stato di illegalità purtroppo ancora notevolmente diffuso in città ma che ha avuto se non altro il “merito” di scuotere le coscienze civiche ed aprire un serio dibattito, con l'intervento su Facebook del Rettore dell’Università di Foggia, Giuliano Volpe, che citando la notizia riportata dal "Corriere del Mezzogiorno" aveva dichiarato: "Un ambulante ha, senza alcuna autorizzazione e senza che nessuno se ne sia accorto, 'sistemato' abusivamente le strutture abbandonate e degradate di Parco San Felice e ha realizzato un bar, che pare ormai funzioni normalmente. Il parco intanto versa in condizioni disastrate, con un tappeto di spazzatura che copre quello che un tempo era un prato. Fa veramente impressione vedere bambini che giocano, famiglie e anziani seduti sulle panchine in un contesto dominato dalla spazzatura. Intanto con la Fondazione Apulia felix si è elaborato un progetto di recupero e ristrutturazione delle stesse strutture abbandonate per la realizzazione di una ludoteca scientifica e, innanzitutto, di pulizia e sistemazione ‘decente’ dell’intero parco. Siamo in attesa di un incontro con il Sindaco e con gli assessori interessati per formalizzare la collaborazione e dare avvio al progetto"

Il neo assessore alla sicurezza e Polizia Municipale, Franco Arcuri, promette il pugno di ferro. Questa mattina un vertice (il secondo in pochi giorni) con il comandante della Polizia Municipale, Romeo Delle Noci. Quindi il provvedimento di sgombero. Il venditore ambulante è stato denunciato all’autorità giudiziaria per appropriazione indebita di struttura pubblica, contemplata dal Codice penale.

Tutto il materiale è stato rimosso con la collaborazione del servizio Lavori pubblici.

La persona identificata come il gestore dell’esercizio commerciale è risultata essere in possesso di una regolare autorizzazione per l’installazione, in un’altra area di Parco San Felice, di un gazebo per la vendita ambulante di generi alimentari – fa sapere l’assessore, che aggiunge: “Nulla del genere avrebbe potuto ottenere rispetto ad una struttura comunale, per la cui concessione la procedura è ben più complessa e, soprattutto, di evidenza pubblica”.

Abbiamo sanato un abuso e ripristinato la legalità nel più breve tempo possibile – commenta il sindaco Gianni Mongelli – Gli assessorati competenti sono già al lavoro per individuare una soluzione operativa che ci consenta di recuperare la funzionalità della struttura e dell’area circostante, così da renderla finalmente disponibile alla cittadinanza”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus più sfuggente, in Puglia "il tracciamento salta" ma il sistema sanitario regge: non si escludono singoli lockdown

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • Covid, verso il nuovo Dpcm: coprifuoco tra le 22 e 23. Rischiano la chiusura parrucchieri, estetisti, cinema e teatro

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento