Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca San Michele / Corso Giuseppe Garibaldi

Riesplode l’emergenza abitativa, sfratti a Borgo Mezzanone: proteste a Palazzo di Città

Si va verso lo sfratto esecutivo di 110 nuclei familiari, che protestano in Corso Garibaldi davanti al Comune di Foggia. Ieri sono state sfrattate quattro famiglie abusive in via San Severo

Dopo gli sfratti compiuti al Salice Nuovo, in città rispunta l’emergenza abitativa. Decine di persone di Borgo Mezzanone – donne, uomini e bambini - questa mattina hanno sfidato il freddo e la pioggia e protestato davanti al Comune di Foggia. Il 29 novembre dovrebbe essere eseguito lo sfratto di 110 nuclei familiari presenti in quell’area (di cui soltanto una ventina sarebbero regolari). 

Parecchie famiglie, però, sostengono di non saperne nulla, tant'é che finora non ci sarebbe stata alcuna opposizione. Fa sollevare più di un dubbio, quindi, l'immediatezza nelle procedure di sfratto. Del caso se ne sta occupando l’avvocato Maurizio Del Pesce, che nelle prossime ore effettuerà una verifica delle notifiche per avere un quadro migliore della situazione.

Questa mattina c'erano anche i componenti delle quattro famiglie abusive sfrattate ieri in via San Severo e quelle del Salice Nuovo da giorni in tenda sul piazzale della casa comunale. Ad occuparsi dei nuclei familiari di Borgo Mezzanone prossimi allo sfratto c’erano Antonio Pagliara, presidente del Nucleo di Protezione Civile di Foggia della C.I.S.A e Annarita Melfitani per l’associazione ‘Guerrieri con la Coda’, che nel frattempo ha avviato una raccolta di viveri e di materiali.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Riesplode l’emergenza abitativa, sfratti a Borgo Mezzanone: proteste a Palazzo di Città
FoggiaToday è in caricamento