Cronaca Croci / Via San Severo, 52

Via San Severo, FP CGIL: “A rischio l’incolumità dei lavoratori del Sert”

"Piove dai tetti, le finestre sono chiuse e la porta antipanico è stata inspiegabilmente chiusa dal responsabile del Servizio"

La segretaria provinciale della FP CGIL di Capitanata denuncia lo stato di forte disagio e insicurezza cui sono costretti gli operatori del Sert – il servizio Tossicodipendenze della ASL di Foggia.  “Nella sede di via San Severo piove dai tetti, col rischio di danneggiamenti alle strumentazioni dei laboratori e corto circuiti; le finestre sono chiuse con inferriate e la porta antipanico è stata inspiegabilmente chiusa dal responsabile del Servizio, obbligando sia i lavoratori che gli utenti a percorsi difficoltosi per accedere alle stanze e irti di ostacoli e barriere architettoniche”

All’interno vi sarebbero inoltre scalinate deteriorate (che hanno provocato anche una caduta con conseguente infortunio per un operatore). Quel che determina maggior preoccupazione è però lo stato di degrado dello stabile, che presenta crepe e altri segni (infissi dissestati, elementi delle pareti inclinati, calcinacci che cadono) che dovrebbero essere quanto prima oggetto di un’attenta verifica che serva a tranquillizzare gli operatori circa la sicurezza statica dell’edificio.

La segreteria provinciale della FP CGIL ha segnalato tali situazioni in ripetute occasioni ai vertici della ASL di Foggia, senza alcun riscontro.  Senza un intervento urgente, anche nel rispetto dell’utenza di un servizio quanto mai delicato, ci riserviamo ogni azione atta a tutelare l’incolumità degli utenti e dei lavoratori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via San Severo, FP CGIL: “A rischio l’incolumità dei lavoratori del Sert”

FoggiaToday è in caricamento