Il sindaco D'Onofrio torna in libertà: revocati gli arresti domiciliari, obbligo di dimora nel Comune di Serracapriola

Il provvedimento del gip Domenico Zeno è di poco fa. D'Onofrio era stato arrestato lo scorso 20 novembre, accusato di abuso d'ufficio e concussione. L'avvocato Galasso: "Ora parleremo noi"

Revocata la misura cautelare degli arresti domiciliari al sindaco di Serracapriola, Giuseppe D’Onofrio. Lo ha deciso questa mattina il gip del Tribunale di Foggia, Domenico Zeno, che ha ritenuto così di accogliere l’istanza dell’avvocato del primo cittadino, Mercurio Galasso, sostituendola con l’obbligo di dimora, all’esito di un lungo interrogatorio di garanzia avvenuto lunedì scorso.

 In carica dal 2016, D’Onofrio era stato arrestato lo scorso 20 novembre con le accuse di concussione e abuso d’ufficio.  Soddisfatto per questo primo risultato il legale, che in mattinata ha rinunciato al Riesame. “E’ bene che si sappia – fa sapere a Foggiatoday- che chiederemo di essere ulteriormente ascoltati affinché chi lo sta accusando sia consapevole che non ci fermeremo. Ora diremo noi le nostre verità” dichiara sibillino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile incidente stradale, auto esce fuori strada e si schianta contro un albero: muore 44enne

  • Tenta il suicidio, sospeso nel vuoto tra il balcone e l'asfalto perde i sensi: figlio, vicino, carabinieri e 115 gli salvano la vita

  • Terremoti, la Capitanata zona a rischio. Gargano fu devastato da uno tsunami. "A Foggia due edifici su tre non sono a norma"

  • Grave incidente stradale sulla Statale 16: tenta inversione a 'U' e prende in pieno un'auto, 4 feriti

  • Grave incidente stradale in A14: sei feriti in tre tamponamenti, grave un uomo di Manfredonia

  • Si torna a sparare a Manfredonia: agguato (fallito) in zona Asi, nel mirino il fratello del boss Miucci

Torna su
FoggiaToday è in caricamento