Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca San Severo

Sequestrate 26mila uova “abusive”, blitz in un capannone di San Severo

Blitz dei Nas e dell'Asl vicino San Severo. La struttura è risultata abusiva, priva delle autorizzazioni e senza un sistema adeguato di autocontrollo e rintracciabilità del prodotto

Ancora un blitz da parte dei carabinieri del Nas di Foggia che in un’azienda del Foggiano hanno sequestrato oltre 26mila uova "pericolose" trovate in un capannone industriale per lo stoccaggio e l’imballaggio (8 mila imballaggi, un’attrezzatura utilizzata per il confezionamento delle uova e l’applicazione dei falsi dati di commercializzazione).

Si è trattato di un’ispezione igienico-sanitaria compiuta con l’Asl e attraverso la quale si è accertato che la struttura era abusiva, priva delle autorizzazioni e senza un sistema adeguato di autocontrollo e rintracciabilità del prodotto.

Le uova trovate erano state etichettate con date ed informazioni di fantasia. Peraltro, sarebbero state distribuite presso esercizi commerciali e mercati rionali della provincia.

La struttura, chiusa immediatamente, si trova in agro di San Severo.

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate 26mila uova “abusive”, blitz in un capannone di San Severo

FoggiaToday è in caricamento