Martedì, 16 Luglio 2024
Cronaca Ascoli Satriano

Nascondevano "tesoro archeologico" in casa: reperti di inestimabile valore sottratti agli scavi

I carabinieri hanno sequestrato anfore, piattini, coppe e statuette di ogni genere e fattura, risalenti al III e V secolo A.C., dal valore inestimabile. Denunciati due soggetti di Ascoli Satriano

Una vera e propria collezione privata, un piccolo tesoro archeologico rinvenuto nelle abitazioni di due persone di 63 e 59 anni, entrambe di Ascoli Satriano deferite in stato di libertà per impossessamento illecito di beni culturali appartenenti allo Stato e ricettazione.

Da tempo, ormai, i militari della stazione locale erano sulle tracce dei due “collezionisti” che, nel corso degli anni, si erano impossessati illecitamente - in parte ereditandoli (in quanto "patrimonio" che si tramandava di padre in figlio) in parte sottraendoli a scavi archeologici sparsi per la provincia - di un elevatissimo numero di reperti archeologici, consistenti in anfore, piattini, coppe e statuette di ogni genere e fattura, risalenti al III e V secolo A.C..

La collezione completa, di valore artistico ed economico inestimabile, in quanto composta da pezzi rari ed unici, era custodita nelle abitazioni dei due uomini. Sul fatto sono in corso ulteriori indagini per rintracciare ulteriori pezzi eventualmente ceduti a terzi. Tutto il resto è stato sottoposti a sequestro in attesa dell’intervento di personale specializzato per un’accurata classificazione e restituzione al Patrimonio Artistico Nazionale.

 

FOTO | Ascoli, un "tesoro" di reperti archeologici conservato in casa

​​

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nascondevano "tesoro archeologico" in casa: reperti di inestimabile valore sottratti agli scavi
FoggiaToday è in caricamento