Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Torremaggiore

Torremaggiore, arrestato per sequestro di persona, ingiurie, lesioni e minacce

E' finito in manette un cittadino bulgaro 38enne. Il 3 aprile l'uomo si sarebbe recato presso un'azienda agricola di Apricena e avrebbe costretto una connazionale, poi liberata dagli amici, a salire in macchina

Sequestro di persona, ingiurie, lesioni e minacce: con questa accusa i carabinieri di Poggio Imperiale hanno arrestato un cittadino bulgaro di 38 anni, presunto colpevole del sequestro di una connazionale eseguito per costringerla a prostituirsi.

Agli inizi di aprile l’uomo si sarebbe recato in un’azienda agricola della vicina Apricena dove avrebbe rapito una 25enne e l’avrebbe costretta a salire di forza in macchina. A quel punto il proprietario dell’azienda insieme gli amici della vittima avrebbero inseguito l’indagato riuscendo a liberare la giovane bulgara.

Dopo una serie di indagini, il gip del tribunale di Lucera Filomena Mari ha accolto le richieste del sostituto procuratore Pasquale De Luca e ha emesso L’ordinanza di custodia cautelare. L’uomo è stato arrestato in una campagna di Torremaggiore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Torremaggiore, arrestato per sequestro di persona, ingiurie, lesioni e minacce

FoggiaToday è in caricamento