Rifiuti pericolosi, olio e batterie esauste e vecchi pneumatici: sequestrata officina abusiva sul Gargano

La scoperta degli agenti della Sottosezione di Polizia Stradale di Vieste, insieme ai colleghi della PolStrada di Foggia, a Peschici, sul Gargano. All'interno 100 litri di rifiuti pericolosi

Le batterie sequestrate

Una ex officina meccanica trasformata abusivamente in un’attività di riparazione auto. E' quanto scoperto dagli agenti della Sottosezione di Polizia Stradale di Vieste, insieme ai colleghi della PolStrada di Foggia, a Peschici, sul Gargano.

Durante un controllo amministrativo all’interno dei locali della vecchia officina meccanica, gli agenti hanno scoperto un’attività abusiva di riparazione auto, condotta da un soggetto privo di titolo abilitativo. All’interno del locale sono stati recuperati e sequestrati oltre 100 litri di rifiuti pericolosi consistenti in olio minerale esausto prodotto durante la riparazione degli autoveicoli, 40 pneumatici usurati e 14 batterie esauste.

Al momento del controllo erano in riparazione 2 autoveicoli di privati cittadini che si erano avvalsi di tale officina non autorizzata; i proprietari, come previsto dalla normativa vigente, sono stati sanzionati  per essersi avvalsi, nella riparazione del proprio veicolo, di un meccanico non autorizzato. Tutta la strumentazione meccanica presente è stata sequestrata ai fini della confisca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

  • Grave episodio in zona via Lucera: auto imbrattata con frasi, disegni volgari e sigle contro la polizia

  • Coronavirus: oggi 32 morti in Puglia e 397 nuovi casi in provincia di Foggia

Torna su
FoggiaToday è in caricamento