Pesce "fuori legge" in vendita a Manfredonia: blitz della Guardia Costiera, sequestrati 42 kg bianchetto

Sorprese due persone intente alla vendita abusiva di novellame di sarda, ovvero il cosiddetto “bianchetto”, nonché di murici, cozze, mormore e saraghi sparaglioni. Scatta il sequestro e multe pesanti per i due abusivi

Il prodotto sequestrato

I militari della Guardia Costiera di Manfredonia hanno portato a termine un’operazione di polizia marittima finalizzata alla tutela del consumatore e della risorsa ittica, effettuando il sequestro di un quantitativo di prodotto ittico sottomisura e privo di tracciabilità ai danni di due venditori ambulanti. 

A seguito di una segnalazione pervenuta alla sala operativa, i militari si sono recati presso una via del centro cittadino dove hanno accertato due persone intente alla vendita abusiva di novellame di sarda, ovvero il cosiddetto “bianchetto”, nonché di murici, cozze, mormore e saraghi sparaglioni. Il prodotto ittico è stato posto sotto sequestro e, una volta trasportato all’interno dei locali della Capitaneria, ispezionato da parte del personale veterinario prontamente intervenuto sul posto.

Al termine delle operazioni, sono stati sequestrati circa 42 kg di prodotto ittico vario e sono state elevate sanzioni amministrative per un importo è stata disposta la distruzione. In particolare, per quanto concerne il novellame di sarda, la normativa di riferimento ne vieta la cattura, la commercializzazione e la detenzione, in quanto tale pesca ha un impatto negativo dal punto di vista ambientale, nonché devastante per la continuazione della specie ittica in questione ma, sottolinea la Guardia Costiera, occorre anche evitare l’acquisto di prodotti ittici (facilmente deteriorabili) presso venditori non autorizzati atteso che gli stessi contravvengono alle più elementari norme igieniche e potrebbero arrecare danni seri alla salute degli eventuali consumatori.

All’interno del Porto commerciale proseguono i controlli da parte del personale della Capitaneria per quanto concerne le violazioni relative alla circolazione stradale. Nel corso dell’ultimo periodo sono state elevate circa 50 sanzioni amministrative per un importo totale che si aggira intorno ai 5.000 euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Emiliano chiede la 'zona rossa' per la provincia di Foggia: "Qui massima gravità e livello di rischio alto"

  • Sangue nel cuore della movida, colpita con i vetri di una bottiglia e sfregiata a vita: arrestata ragazza di 20 anni

  • Coronavirus: la Puglia resta in zona arancione

  • Finisce in carcere l'uomo che ha investito e ucciso Vincenzo Maffeo. Aveva portato a riparare il mezzo da un carrozziere

  • Sua moglie è positiva, lui è in isolamento ma va ugualmente a lavorare: segnalato al 112 e multato dai carabinieri

  • San Marco in Lamis sotto choc, comunità in lutto per Domenico: "Questo maledetto virus gli ha tolto la vita"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento