Cronaca Torremaggiore

"Quel capannone è in fitto". Il proprietario sul blitz nella distilleria abusiva di Torremaggiore: "Io estraneo ai fatti"

A FoggiaToday le precisazioni della proprietà dell’immobile: "Riconosciuta la totale estraneità ai fatti, in quanto all'oscuro di ciò che terzi, dietro regolare contratto di affitto, avevano messo in atto"

L'attività della guardia di finanza

Il capannone era in affitto al momento del blitz. La proprietà della struttura è quindi assolutamente estranea ai fatti. In merito all’operazione messa a segno due giorni fa, dalla guardia di finanza a Torremaggiore, arriva a FoggiaToday la richiesta di precisazioni da parte della proprietà dell’immobile.

“A seguito della notizia apparsa su alcune testate locali, riguardo il ritrovamento di 20mila litri di alcol di contrabbando, armi e cocaina da parte della guardia di finanza del Comando provinciale di Foggia in un capannone di Torremaggiore, è bene precisare che al proprietario dello stabile è stata riconosciuta la  completa e totale estraneità ai fatti, in quanto lo stesso era all'oscuro di ciò che terzi, dietro  regolare contratto di affitto, illegittimamente, avevano messo in atto. Pertanto - conclude la missiva - individuati tutti i responsabili, a chi millanta accuse infondate seguirà apposita querela”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Quel capannone è in fitto". Il proprietario sul blitz nella distilleria abusiva di Torremaggiore: "Io estraneo ai fatti"

FoggiaToday è in caricamento