rotate-mobile
Sabato, 27 Novembre 2021
Cronaca Poggio Imperiale

Scoperto uno scarico abusivo a Poggio Imperiale: sigilli su un impianto di acquacoltura

Gli uomini del Nucleo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima di Puglia e Basilicata Jonica hanno accertato la mancanza di autorizzazione allo scarico di acque reflue dell'impianto. Elevata anche una sanzione da 6mila a 60mila euro

Nella giornata di ieri, a seguito di controlli mirati alle autorizzazioni allo scarico di rifiuti da parte di impianti di acquacoltura/piscicoltura, gli uomini del neo-costituito Nucleo di Polizia Ambientale della Direzione Marittima della Puglia e della Basilicata Jonica hanno accertato la mancanza del titolo autorizzativo allo scarico di acque reflue di un impianto di 45mila mq circa in territorio di Poggio Imperiale.

Lo scarico è stato immediatamente posto sotto sequestro cautelare amministrativo, ed è stata notiziata l’Amministrazione provinciale di Foggia – Settore ambiente, quale autorità competente a ricevere il rapporto. Al contempo è stato elevato un verbale per una sanzione amministrativa da 6.000 a 60.000 Euro in violazione delle disposizioni in materia del Testo Unico in materia ambientale (D.lgs. 152/2006).

Le attività di repressione in materia di tutela dell’ambiente poste in essere dalla Guardia Costiera continueranno con sempre maggiore incisività, in considerazione della primarietà del bene della pubblica incolumità, a tutela della salute dei cittadini e della salubrità del mare e del territorio da qualsivoglia forma di inquinamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperto uno scarico abusivo a Poggio Imperiale: sigilli su un impianto di acquacoltura

FoggiaToday è in caricamento