Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

Droga nelle cuciture del jeans: così hanno tentato di introdurre 60 grammi di hashish nel carcere di San Severo

Sequestrati 60 grammi di hashish. Ricci (Cgil): "Ogni giorno si porta avanti una battaglia per evitare che dentro le carceri italiane si diffonda uno spaccio sempre più capillare e drammatico, stante anche l'alto numero di tossicodipendenti"

Lo stupefacente sequestrato

Droga nel carcere di San Severo: lo stupefacente nascosto nelle cuciture del jeans di un detenuto. E' quanto scoperto e sequestrato nel pomeriggio di ieri, dagli agenti della polizia penitenziaria del carcere di San Severo, durante il controllo dei pacchi indirizzati ai detenuti.

Il pacco era destinato ad un detenuto albanese; nel complesso sono stati recuperati 12 pezzi di hashish per un totale di circa 60 grammi. A darne notizia è Gennaro Ricci, segretario regionale Cgil  polizia penitenziaria che, oltre a esprimere apprezzamento al personale impegnato, che nell'occasione ha dimostrato spiccate qualità professionali, aggiunge: "Tanti sono i tentativi per raggirare la polizia penitenziaria e cucire la droga nei pantaloni richiede un accurato controllo e soprattutto grande professionalità da parte della Polizia Penitenziaria".

"La Polizia Penitenziaria di San Severo, ancora una volta si distingue per le elevate doti professionali e per il non comune  intuito investigativo. L'episodio evidenzia come sia reale e costante il serio pericolo che si tenti di introdurre illecitamente sostanze stupefacenti in carcere", insiste Ricci. "Ogni giorno si porta avanti una battaglia silenziosa per evitare che dentro le carceri italiane si diffonda uno spaccio sempre più capillare e drammatico, stante anche l'alto numero di tossicodipendenti tra i detenuti. Questo fa comprendere come l'attività di intelligence e di controllo del carcere da parte della Polizia Penitenziaria sia fondamentale".

La sostanza stupefacente è stata sottoposta a sequestro interessando la competente Procura , che disporrà ulteriori indagini per l’individuazione dei colpevoli. In passato, sempre nel carcere di San Severo, sono stati scoperti altri 'fantasiosi' metodi per introdurre droga attraverso i 'pacchi' per i detenuti.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga nelle cuciture del jeans: così hanno tentato di introdurre 60 grammi di hashish nel carcere di San Severo

FoggiaToday è in caricamento