Posta sotto sequestro la discoteca Histoire. Scattano due denunce

Mancavano i certificati di agibilità e prevenzione incendi. Tanti i controlli effettuati dalla Polizia Amministrativa: Coco, Mojito Club, Atzori, Bar Garden, Sant'Honere, Quelli della notte, Bar gola e Casa di Campo

Prosegue l’attività di controllo della Polizia Amministrativa della Questura di Foggia. Nella notte di ieri alcuni locali sono stati sottoposti a controlli approfonditi. Night, pub, bar e ristoranti sono incorsi in sanzioni amministrative per  la mancanza di certificazioni e autorizzazioni e protrazione dell’orario di chiusura, schiamazzi notturni, organizzazione di spettacoli impropri, occupazione abusiva di suolo pubblico.

I controlli sono stati effettuati al Coco, al Mojito Club, all’Atzori, al Bar Garden, al Sant’Honere, a Quelli della notte, al Bar gola e Casa di Campo. Gli agenti della Polizia Amministrativa hanno effettuato un controllo anche presso l’esercizio pubblico “Histoire”, nota discoteca situata a Borgo Segezia. In questo caso sono scattate due denunce perché nel locale veniva svolta un’attività di intrattenimento senza alcuni certificati quali quelli di agibilità e prevenzione incendi.

La discoteca è stata posta sotto sequestro preventivo dalla Procura di Lucera.

Foto: foggiavibe

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La scuola anti-covid di Emiliano tra ordinanze e appelli social. La contestazione: "Il 18 si torni in classe in sicurezza"

  • La Puglia torna in zona arancione. Conte firma il nuovo Dpcm: restrizioni fino al 5 marzo, riecco la scuola in presenza

  • Coronavirus: 1162 nuovi positivi in Puglia e 24 morti. In Capitanata 150 casi e sei vittime

  • San Marco e Rignano sotto choc: addio a Matteo Longo, carabiniere esemplare e dall'animo buono

  • Scuola, si cambia di nuovo: "Superiori in Ddi al 100% per una settimana, elementari e medie in presenza (con ddi a scelta)”

  • "Esco con gli amici" ma non fa più ritorno. Scomparso a 16 anni ma c'è chi tace per paura: "Noi non dimentichiamo"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento