Marina di Lesina come una discarica: rifiuti speciali, lastre di eternit e materassi abbandonati tra la boscaglia e il mare

E’ quanto scoperto dalla Guardia Costiera durante un’attività di monitoraggio del litorale. Sequestrate le due aree: le indagini proseguiranno, con il coordinamento della Procura, al fine di identificare gli autori dei reati

Una delle aree sottoposte a sequestro

Due aree adibite a discariche abusive di rifiuti speciali sequestrate a Marina di Lesina. E’ quanto scoperto dai militari della Guardia Costiera di Lesina, appartenenti all’aliquota del Nucleo Operativo di Polizia Ambientale (Nopa) della Direzione Marittima di Bari durante un’attività di  monitoraggio e vigilanza del litorale. Nel corso dell’attività, gli uomini della Guardia Costiera hanno condotto due diverse operazioni finalizzate al contrasto dei reati commessi contro l’ambiente.

Nel primo caso, a Marina di Lesina, i militari operanti hanno rinvenuto, in un’area boschiva privata, una discarica abusiva di rifiuti. All’interno della stessa area sono stati rinvenuti diversi rifiuti speciali pericolosi, tra di essi anche numerose lastre di eternit (alcune già sminuzzate con il concreto rischio di dispersione di pulviscolo nell’ambiente) e numerose reste utilizzate per l’allevamento di mitili. L’attività d’indagine ha permesso di identificare i proprietari dell’area che sono stati deferiti all’autorità giudiziaria per gli illeciti ambientali riscontrati.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella seconda operazione, invece, sempre a Marina di Lesina ma in un’area pubblica, i militari hanno accertato un’altra area adibita a discarica di rifiuti speciali di vario genere per un ingombro totale di circa 100 mq. Per quanto sopra, al fine di scongiurare il protrarsi delle conseguenze ovvero agevolare la commissione di altri reati, i militari su conforme avviso dell’autorità giudiziaria, provvedevano a porre sotto sequestro penale urgente le due aree interessate dall’abbandono indiscriminato dei rifiuti. Le indagini proseguiranno, con il coordinamento della Procura della Repubblica di Foggia, al fine di identificare gli autori dei reati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Elezioni Regionali Puglia: i risultati in diretta

  • Ultima ora: rinvenuto cadavere di un uomo

  • Chi potrebbe andare a Bari: ok Piemontese e Tutolo. Incertezza nel centrodestra, in bilico anche Rosa Barone

  • Regionali Puglia 20 - 21 settembre: come si vota

  • Francesco è "grave ma stabile", altre ferite compatibili con un'arma da taglio: è caccia agli autori della violenta rapina

  • Foggia, furto choc nella sede elettorale della Parisi-De Sanctis: rubata pistola a finanziere, forse è stato narcotizzato

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento