Cronaca

Sequestrati concimi pericolosi per la salute: 'Mela Stregata’ anche a Foggia

Indagati un 49enne di Taviano e il titolare di un magazzino nel Cagliaritano. Tra il capoluogo dauno e Brindisi sono stati sequestrati prodotti spacciati per fertilizzanti liquidi e solidi contenente matrina

Erano destinanti al settore agroalimentare ma contenevano pesticidi le 65 tonnellate di concimi stoccate e distribuite sul mercato. Sotto accusa è finito un quarantanovenne di Taviano, rappresentante legale della ditta Icas di Milano, che nei magazzini di Cagliari, Brindisi e Foggia, avrebbe conservato prodotti con principi attivi destinati ad entrare in contatto con le derrate alimentari non conformi e pericolose per la salute.

Tra gli indagati anche il titolare di un magazzino nel cagliaritano, al quale nel giugno scorso erano stati sequestrati diecimila chili di prodotti nocivi. La vendita di questi prodotti, importati dalla Cina e dall’India, è severamente vietata in Italia in quando esplicano il Ddt.

L’operazione denominata ‘Mela Stregata’ è stata condotta dai militari della Guardia di Finanza del nucleo di polizia tributaria di Cagliari e dell’ispettorato repressione frodi. Le indagini sono state avviate su segnalazione della Federbio. Tra il capoluogo dauno e Brindisi sono stati sequestrati prodotti spacciati per fertilizzanti liquidi e solidi contenente matrina. In tutto 30.500 litri e 25.700 kg di prodotti che avrebbero fruttato 3,5 milioni di euro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrati concimi pericolosi per la salute: 'Mela Stregata’ anche a Foggia

FoggiaToday è in caricamento