menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il materiale sequestrato

Il materiale sequestrato

Pacco con cellulari e droga "piove" nel carcere di San Severo: scatta il sequestro della polizia penitenziaria

Il plauso di Gennaro Ricci (Cgil) per l'operazione: "L’attività di intelligence e di controllo del carcere da parte della polizia penitenziaria è fondamentale"

Tre cellulari (fra cui uno smartphone), un caricabatterie e 15 gr di marijuana, tutto contenuto all’interno di un involucro: è il ‘bottino’ sequestrato, ieri mattina, dalla polizia penitenziaria, al carcere di San Severo.

A darne notizia è il Segretario regionale della Cgil polizia penitenziaria, Gennaro Ricci. L’involucro, presumibilmente lanciato dall’esterno, era nell’intercinta dell’istituto, in prossimità del passeggio dei detenuti, ed è stato segnalato dall’addetto alla vigilanza dei passeggi.

Gli oggetti e la sostanza stupefacente sono stati sottoposti a sequestro e gli atti segnalati alla procura competente. "Questo fa comprendere – spiega Ricci - come l’attività di intelligence e di controllo del carcere da parte della polizia penitenziaria diviene fondamentale". 

"Un plauso - conclude - va al personale tutto, al comandante e al direttore della casa circondariale di San Severo". Si tratta di una delle numerose operazioni messe a segno all'interno della struttura carceraria sanseverese, che ha portato al sequestro di stupefacenti vari e numerosi cellulari.

In Evidenza
Attualità

La strega comanda color color...rosso!

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento