rotate-mobile
Lunedì, 17 Gennaio 2022
Cronaca Lesina

Oltre 640 kg di cefali sotto-misura e uno scarico illegale: nei guai azienda a Lesina

Doppia operazione degli uomini della Guardia Costiera di Manfredonia, messa a segno all'interno di uno stabilimento atto al deposito e lavorazione di prodotti della pesca e impianto di allevamento

Doppia operazione della Guardia Costiera di Manfredonia a Lesina: sequestrato uno scarico non autorizzato e un ingente quantitativo di prodotto ittico sotto misura. E’ quanto messo a segeno nella giornata di giovedì, dal personale del nucleo di Polizia Marittima della Capitaneria di Porto - Guardia Costiera di Manfredonia, congiuntamente a personale dell’Ufficio Locale Marittimo di Lesina.

L’attività di polizia posta in essere nei confronti di uno stabilimento atto al deposito e lavorazione di prodotti della pesca/impianto di allevamento ha consentito di porre sotto sequestro un ingente quantitativo di cefali al di sotto della taglia minima, ben 640 Kg, stipati in una delle celle frigo dello stabilimento. Per il fatto, il legale rappresentante dell’attività è stato deferito alla competente autorità giudiziaria e il prodotto ittico è stato distrutto.

Durante il medesimo controllo, è stata accertata la presenza di uno scarico asservito al solo impianto di allevamento sprovvisto dell’autorizzazione rilasciata dagli enti competenti. Per questo motivo si è proceduto al sequestro amministrativo dello scarico e ad elevare al titolare dell’impianto stesso una sanzione amministrativa oscillante dai 6.000 ai 60.000 euro. L’attività di repressione degli uomini della Guardia Costiera sipontina proseguirà incessante contro gli illeciti in materia di pesca e ambientali anche prossimamente, il tutto per la tutela del consumatore e della salute pubblica.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Oltre 640 kg di cefali sotto-misura e uno scarico illegale: nei guai azienda a Lesina

FoggiaToday è in caricamento