rotate-mobile
Lunedì, 4 Luglio 2022
Cronaca Cerignola

Blitz in un casolare: tra le pietre e sotto terra spuntano un kalashnikov e 300 munizioni

Il ritrovamento in agro di Cerignola, nell'ambito dei rastrellamenti messi a segno dai carabinieri, con l'ausilio dei 'Cacciatori di Puglia'

Un piccolo arsenale, con un kalashnikov e oltre 300 munizioni, è stato recuperato dai carabinieri in agro di Cerignola. Tutto il materiale è stato recuperato in un casolare abbandonato in località Pozzo Monaco, nell’ambito dei controlli e rastrellamenti in ambito rurale messi a segno dai carabinieri dello squadrone eliportato 'Cacciatori di Puglia’, con i militari della sezione operativa della Compagnia ofantina.

Sia l'arma che le munizioni erano dislocate in diversi punti del casolare, occultati sotto a grossi massi o parzialmente interrati nel terreno adiacente. In particolare, il fucile d'assalto (l'Ak47 è utilizzato soprattutto in assalti a portavalori) è risultato perfettamente funzionante e completo di caricatori; lo stesso era protetto solo da un panno, il che lascia pensare ad un nascondiglio temporaneo o ad un utilizzo pressoché immediato. 

Nello stesso casolare, sono state recuperate anche delle pettorine contraffatte, con la scritta ‘Carabinieri’, ‘Polizia’ e ‘Guardia di Finanza’, riproduzioni che richiamano quelle in dotazione alle forze di polizia. Il tutto è stato posto sotto sequestro e verrà attentamente analizzato da personale specializzato dell’Arma, che valuterà l’eventuale compatibilità delle armi sequestrate con quelle utilizzate negli ultimi fatti di cronaca locali.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blitz in un casolare: tra le pietre e sotto terra spuntano un kalashnikov e 300 munizioni

FoggiaToday è in caricamento