Cronaca Rione Diaz / Via del Mare

Vedono la polizia, scendono dall'auto carica di cavi rubati e scappano: preso 37enne

All'interno di un'auto con targa bulgara, gli agenti hanno recuperato 500 kg di rame, oltre ad una tronchese e guanti. Una persona è stata denunciata per ricettazione

Ancora sequestri di rame a Foggia, dove nella sera dello scorso mercoledì, gli agenti della Sezione Volanti di Foggia hanno recuperato oltre mezza tonnellata di cavi trafugati dalle linee elettriche, telefoniche o ferroviarie della Capitanata. Il fatto è successo alla periferia di Foggia, dove in via del Mare, gli agenti in servizio di pattugliamento del territorio hanno notato un’autovettura - una Renault Scenic - che alla vista della polizia ha arrestato la marcia e i due occupanti del mezzo si sono dileguati a piedi tra i campi circostanti. Uno è stato bloccato, l’altro è riuscito a fuggire.

All’interno dell’auto, con targa bulgara, gli agenti hanno recuperato cavi di rame per la conduzione elettrica del peso complessivo di circa 500 kg, oltre ad una tronchese e guanti. Per accogliere la mezza tonnellata di oro rosso, i sedili posteriori del mezzo erano stati divelti, al fine di creare un accogliente vano contenitore. Il soggetto fermato, privo di documenti, è stato accompagnato poi in questura dove è stato identificato e denunciato per il reato di ricettazione. Si tratta di un cittadino rumeno di 37 anni.

L’autovettura utilizzata per commettere il reato, i cavi di rame, la tronchese ed i guanti sono stati sottoposti a sequestro probatorio. Indagini in corso per identificare il complice fuggito e per risalire alla proprietà dei cavi tranciati. Nel giro di 10 giorni si tratta del terzo sequestro di rame effettuato in città, per un peso complessivo di oltre 3 tonnellate

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vedono la polizia, scendono dall'auto carica di cavi rubati e scappano: preso 37enne

FoggiaToday è in caricamento