Cronaca

Beni immobili per 3 milioni, ma dichiarava 8mila euro all'anno: sequestro e confisca bis

Sequestro e confisca bis a carico di Donato Di Biase, pregiudicato cerignolano di 44 anni. Il provvedimento è stato eseguito questa mattina

Il giorno del sequestro nel gennaio 2013

Un autoparco con 62 box per autovetture, una villa a due piani, un’area parcheggio e un locale a uso ufficio: è il bilancio dei beni immobili, per un valore che si aggira intorno ai tre milioni di euro, sequestrati e confiscati dagli agenti della questura di Foggia e del commissariato di Cerignola, in collaborazione con il nucleo di polizia tributaria della GDF del capoluogo dauno, al pregiudicato cerignolano Donato Di Biase, di anni 44.

Emesso il 18 novembre dall’ufficio misure di prevenzione della Corte d’appello di Bari, il provvedimento è stato eseguito questa mattina. Corte d’appello che su ricorso dei legali dell’uomo nel 2013 aveva annullato il provvedimento del Tribunale di Foggia con il quale già nel gennaio 2013 erano stati sequestrati e confiscati i beni immobili. L'ulteriore ricorso presentato dalla Procura generale di Bari è stato accolto, ragion per cui si è proceduto all'esecuzione della misura patrimoniale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beni immobili per 3 milioni, ma dichiarava 8mila euro all'anno: sequestro e confisca bis

FoggiaToday è in caricamento