Nasconde telefono cellulare nel pacco indirizzato a un detenuto: denunciata donna

A scoprirlo sono stati gli agenti della Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di San Severo, dove si trova ristretto il convivente della donna denunciata a piede libero all’Autorità Giudiziaria

Il carcere di San Severo

Gli uomini della Polizia Penitenziaria del carcere di San Severo hanno sequestrato un telefonino cellulare che la convivente di un detenuto ammesso a sostenere un colloquio, aveva occultato in un pacco con la speranza di eludere i controlli. Scoperta, la donna è stata denunciata a piede libero all’Autorità Giudiziaria. Il fatto è accaduto la mattina del 6 settembre.

Spiega il comandante della Polizia Penitenziaria, il commissario Giovanni Serrano: “Già da qualche tempo avevamo posto in essere controlli mirati  poiché vi erano stati segnali di una probabile introduzione di un telefono cellulare all’interno dell’istituto penitenziario”. E prosegue: “L’attività di prevenzione e controllo svolta con scrupolo e professionalità, ha consentito il rinvenimento del telefonino.”

Attualmente presso la casa circondariale della città dell’Alto Tavoliere, sono ristretti 94 detenuti e prestano servizio circa 50 agenti di Polizia Penitenziaria. Ogni giorno la Polizia Penitenziaria porta avanti una battaglia silenziosa per evitare che dentro le carceri italiane vengano introdotti oggetti e sostanze non consentite.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Strage a Orta Nova, triplice omicidio e suicidio: spara e uccide moglie e due figlie di 13 e 18 anni, poi si toglie la vita

  • Mazzi di fiori, lacrime e dolore per Teresa, Miriana e Valentina (il Comune penserà ai funerali): città incredula per l'insano gesto di Ciro

  • Incredibile al carcere di Foggia, detenuto telefona ai carabinieri dalla cella: "Siamo al ridicolo"

  • Bus frena per evitare auto, donna cade e muore: due persone a giudizio per omicidio stradale

  • "Addio Costanzo", il dirigente medico del Pronto Soccorso sempre al servizio dei pazienti: "Era un professionista esemplare"

  • Ingerisce droga, neonata in coma a Foggia: "Monitoriamo parametri vitali, situazione stazionaria"

Torna su
FoggiaToday è in caricamento