Romanzo Criminale: ergastolo a Giannella, 20 anni a Conoscitore, assolto Paloscia

Nuovo step del processo ai sette giovani di Manfredonia accusati, a vario titolo, di quattro omicidi, rapina, spaccio di droga, sequestro di persona e occultamento di cadavere tra il giugno e il novembre del 2012

Conoscitore e Giannella

La corte d'assise d'appello di Bari ha confermato questa mattina, a distanza di un anno dalla sentenza di primo grado, l'ergastolo per il sipontino Francesco Giannella, uno dei sette giovani di Manfredonia accusati, a vario titolo, di quattro omicidi, rapina, spaccio di droga, sequestro di persona e occultamento di cadavere tra il giugno e il novembre del 2012, seminando il terrore nella città del Golfo.

Tutti gli imputati furono arrestati dalla polizia nell'ambito dell'inchiesta 'Romanzo criminale', così ribattezzata a causa dell'efferatezza dei delitti commessi. Efferatezza, o meglio crudeltà, già sanzionata dal gup per quanto riguarda la posizione di Giannella, che si è visto rinoscere, oggi, anche l'aggravante della premeditazione.

Niente più carcere a vita ma una riduzione della condanna a 20 anni di reclusione – per Ilario Conoscitore; assolto dal concorso in omicidio, invece, Leonardo Salvemini, condannato in primo grado a 16 anni; tre anni inflitti a Mario Renzulli (a fronte dei quattro anni in primo grado) e due anni ciascuno per Nicola Uva ed Emanuele Biondi, condannati in prima battuta anche loro a quattro anni; assolto, infine, Christopher Paloscia, al quale furono comminati sei anni in primo grado.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella vicenda è coinvolta anche una ragazza - appena 17enne all'epoca dei fatti - condannata dal tribunale dei minori a 13 anni e quattro mesi e in attesa del verdetto d'appello. L'inchiesta riguarda il duplice omicidio Balsamo-Castriotta, avvenuto il 5 giugno 2012 nella frazione di Siponto, l'omicidio di Cosimo Salvemini, il cui cadavere fu ritrovato il 10 dicembre successivo nelle campagne di Amendola, e la rapina finita nel sangue ai danni del pensionato Matteo Di Bari, ucciso il 6 novembre dello stesso anno nel suo garage.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ordinanza di Emiliano sulle scuole: da lunedì sospese le lezioni in presenza per le ultime tre classi

  • 423 contagiati a Foggia, Landella firma l'ordinanza: vie e piazze della movida "chiuse" dopo le 21 nel fine settimana

  • "Che ore sono?", poi scatta la violenza: in cinque aggrediscono ragazzo in centro. "Togli la mascherina quando parli con noi"

  • In serata il nuovo Dpcm Conte: stretta sulla movida e ipotesi coprifuoco. A rischio sport dilettantisti, cinema e teatro

  • Coronavirus, l'avanzata dei contagi preoccupa la Puglia: "Si deve uscire solo per lavorare, istruirsi o altre gravi necessità"

  • Ecco la bozza del nuovo Dpcm: bar e ristoranti chiusi alle 18. Stop a palestre e piscine

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
FoggiaToday è in caricamento