rotate-mobile
Domenica, 2 Ottobre 2022
Cronaca Monte Sant'Angelo

Monte Sant’Angelo: proseguono le ricerche dell’allevatore scomparso

Si tratta del 41enne Francesco Libergolis. Il 24 giugno aveva un appuntamento con il cugino per recarsi all'ospedale di San Giovanni Rotondo. E' parente di "Ciccillo", lo storico capo clan ucciso il 26 ottobre del 2010

Dal 24 giugno non si hanno più notizie di Francesco Libergolis, l’allevatore 41enne scomparso in Località Tagliata, tra Mattinata e Monte Sant’Angelo.

Difficile che Francesco si sia allontanato da solo. Il giorno della sua scomparsa era andato via di casa a bordo della sua Fiat Punto per andare all’ospedale di San Giovanni Rotondo a trovare la madre.

Da quel giorno di lui non hanno più notizie il padre e il cugino con il quale aveva un appuntamento a Manfredonia. E’ stato proprio quest’ultimo ad avvertire dell’accaduto i carabinieri della caserma della città sipontina.

L’uomo non ha mai avuto problemi con la giustizia e viene descritto come una persona tranquilla. I militari del 112 di Manfredonia stanno intensificando le ricerche perché il padre di Francesco è cugino di Ciccio Libergolis, l’ex capo clan ucciso il 26 ottobre scorso. La sua scomparsa potrebbe essere legata alla sanguinosa lotta tra gli allevatori del Gargano.

In questi giorni si stanno alzando al cielo anche gli elicotteri dell’Arma.

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Monte Sant’Angelo: proseguono le ricerche dell’allevatore scomparso

FoggiaToday è in caricamento