menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il momento dello scippo

Il momento dello scippo

Scippo in via Pesola: arrestato rapinatore, denunciati complice e ricettatore

La scena è stata ripresa dalle telecamere del sistema di videosorveglianza di una attività della zona. La denuncia è stata fatta da un passante, ma si cerca la vittima consegnarle la refurtiva

Le telecamere del sistema di videosorveglianza di una attività della zona hanno ripreso tutto. Anche quella manciata di secondi durante i quali una donna è stata affiancata ed aggredita da un giovane – felpa bianca e occhiali da sole scuri – che le ha brutalmente strappato via dal collo una catenina in oro giallo.

Dall’altro lato della strada, il suo complice controllava che tutto filasse liscio. E’ la cronaca di quanto accaduto lo scorso 24 maggio, a Foggia, in via Pesola, pochi minuti dopo le 13, orario di punta.

LA DINAMICA - Il ragazzo anticipa di pochi metri la donna, precedentemente pedinata e scelta come “obiettivo”. Poi rallenta i suoi passi, facendosi quasi affiancare dalle vittima designata e quindi la sorprende aggredendola in modo violento: la blocca dalle spalle e la strattona più volte con forza, tanto da farle perdere una scarpa. Poi le strappa la catenina in oro e fugge via, insieme al suo complice, facendo perdere le proprie tracce.

La vittima, verosimilmente sotto shock si ricompone velocemente, recupera la sua scarpa e prosegue per la sua strada. E’ stato un passante ad allertare le forze di polizia che non hanno tardato ad identificare e dare un nome al giovane aggressore – M.A.K., 26enne di origini algerine ma da anni residente a Foggia - e al suo complice (N. R., di appena vent’anni).

Il prosieguo della attività condotta dagli agenti della di Foggia ha consentito di recuperare la catena d’oro oggetto dello scippo che un terzo uomo - M. A., 39enne foggiano ed incensurato - aveva provveduto a ricettare presso un negozio autorizzato all’acquisto di oro, i cui titolari erano all’oscuro della illecita provenienza del monile.

Gli agenti hanno recuperato il gioiello e lo hanno sottoposto a sequestro insieme al denaro ricevuto per la vendita dello stesso, ovvero 700 euro. Al termine dell’attività investigativa, l’autore del colpo è stato accompagnato in carcere a disposizione dell’autorità giudiziaria.

IL VIDEO DELLO SCIPPO
video_scippo_via_pesola-2
 

Il ragazzo, già pregiudicato, dovrà rispondere del reato di rapina, mentre gli altri due sono stati denunciati rispettivamente per concorso in rapina e ricettazione. Manca solo un tassello per poter archiviare l’episodio: ad oggi è ancora “senza nome” la vittima dello scippo.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento