menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Immagine di repertorio

Immagine di repertorio

Strappa la collanina a una donna, che cade a terra e si fa male: polizia ferma un 14enne

I fatti risalgono al 21 giugno scorso. Il giovane ha aggredito in strada la titolare di una farmacia per sottrarle la catenina che aveva al collo. Nel tentativo di opporsi allo scippo, la donna era caduta battendo il capo sul marciapiede

Nella giornata di ieri, a seguito di ininterrotta attività investigativa, agenti della Polizia di Stato della Squadra anticrimine, della Squadra volante e della Polizia giudiziaria del Commissariato di Manfredonia (Fg) hanno in brevissimo tempo individuato l'autore dello scippo violento, tramutatasi in rapina, perpetrata nel pomeriggio del 21 giugno scorso, ai danni di una signora anziana, titolare di farmacia nella stessa città, mentre si trovava in strada.

Le immagini acquisite dal sistema di videosorveglianza, unitamente alle dichiarazioni fornite da persone informate sui fatti, hanno consentito di individuare una ipotesi investigativa che gli Agenti del Commissariato di Manfredonia, diretti dal Commissario Capo dr. Maurizio Miscioscia, hanno immediatamente seguito allo scopo di rintracciare il responsabile del grave fatto criminoso.

E’ stato considerato scippo violento i quanto il reato si è trasformato in rapina impropria e lesioni personali, a causa delle gravi ferite riportate dalla vittima. La donna, infatti, nel tentativo di resistere allo scippo, aggrappandosi alla collana indossata, obiettivo del criminale, è caduta rovinosamente a terra, battendo il capo sul marciapiede. Per questo è reso necessario il trasporto in ospedale.

La gravità del reato e le modalità con cui è stato perpetrato, hanno spinto gli agenti di polizia a fornire il massimo vigore alle investigazioni dirette a risalire all’autore dela rapina. Fin dall'inizio la convinzione maturata è che il responsabile potesse essere un ragazzo giovanissimo. Infatti il Commissario Capo Miscioscia, a capo del Nucleo Investigativo Gargano, costituito dal Questore di Foggia in Manfredonia e a Vieste, per contrastare la Criminalità Organizzata di quell'area, ed i suoi agenti del Commissariato di  Manfredonia, sono riusciti, in meno di 24 ora a risalire al delinquente responsabile nei cui riguardi venivano delineati elementi fortemente indiziari. Si tratta di un minorenne di soli 14 anni, residente in un comune vicino a quello di Manfredonia, ritenuto pericoloso e di indole ribelle e violenta, malgrado la giovanissima età.

Nel corso della perquisizione domiciliare effettuata nell’abitazione del ragazzino dal personale del commissariato di Manfredonia con gli agenti del Reparto Prevenzione Crimine di Bologna, è stata rinvenuta e sequestrata la catenina d’oro sottratta alla donna nonché gli indumenti e le scarpe indossate dall’autore della rapina negli attimi antecedenti la stessa. Il giovane è stato sottoposto alle rituali procedure. Nelle prossime ore la Polizia interesserà la Procura della Repubblica per i minorenni, per le valutazioni sulla pericolosità del ragazzo e per gli eventuali provvedimenti da adottare.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Si può andare a caccia e in un altro comune: per la Regione è “stato di necessità” per l’equilibrio faunistico-venatorio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

FoggiaToday è in caricamento