rotate-mobile
Cronaca

I vigili del fuoco sono allo stremo, incrociano le braccia per far valere i loro diritti: è sciopero

Il 21 novembre, dalle 16 alle 20, è indetto lo sciopero generale della categoria. Nel corso della giornata saranno ovviamente garantite le operazioni di soccorso

I vigili del fuoco incrociano le braccia. Domani, 21 novembre, dalle ore 16 alle 20, è indetto lo sciopero generale della categoria voluto dalla Confsal dei Vigili del Fuoco

L'iniziativa è scaturita dalla vertenza nazionale dello scorso mese di giugno con cui sono state rappresentate al Governo le problematiche che coinvolgono gli uomini del 115 e il servizio da assicurare alla cittadinanza.

In particolare, i vigili del fuoco chiedono l'uguaglianza retributiva e previdenziale agli altri Corpi dello Stato; la tutela e il riconoscimento degli infortuni e delle malattie professionali; la valorizzazione della specificità e del lavoro professionale; adeguate risorse finanziarie per il rinnovo del CCNL scaduto il 31 dicembre 2018; il potenziamento dell’organico sia dei ruoli operativi che dei ruoli tecnici professionali del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

"Vogliamo essere tutelati e valorizzati". In prefettura, l'urlo dei vigili del fuoco di Foggia: "Meritiamo di più"

"Poiché dette risposte non trovano il giusto riscontro nella legge di bilancio in discussione in Parlamento, siamo costretti, nostro malgrado, a far sentire il grido di dolore dei vigili del fuoco a tutti i cittadini e a tutti i rappresentanti del popolo in Parlamento", spiegano. "Come sempre, durante lo sciopero, sarà garantito il soccorso". 

Maggiori tutele e risorse, i vigili del fuoco verso lo sciopero: "Siamo stufi delle pacche sulle spalle, vogliamo i fatti"

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I vigili del fuoco sono allo stremo, incrociano le braccia per far valere i loro diritti: è sciopero

FoggiaToday è in caricamento